Come scegliere il client di posta elettronica

I client di posta elettronica sono la testimonianza che l’email è il ancora il motore della comunicazione digitale.

Sono infatti ormai anni che l’evoluzione tecnologia procede a ritmi sempre più serrati. I trend maggiormente diffusi sono sicuramente industria 4.0, cloud e digital transformation.

Anche in virtù di queste tecnologie abilitanti il fenomeno della globalizzazione sta assumendo contorni sempre più marcati.

Settori verticali e attività commerciali di prossimità si trovano a fronteggiare competitor che arrivano da ogni parte del mondo, sfruttando logistica sempre più efficiente ed economica.

Ma lo strumento principe per la comunicazione continua ad essere la posta elettronica.

Il volume di email circolanti cresce senza sosta. Una prova indiretta della popolarità di questo strumento di comunicazione è la diffusione di malware: ben oltre l’80% degli attacchi informatici avviene proprio tramite posta elettronica.

Questo ovviamente non significa che si possa rinunciarvi; è infatti sufficiente usare la dovuta prudenza e dotare il proprio personal computer di adeguati sistemi di protezione.

La posta elettronica è sempre stato il sistema principe della comunicazione digitale nell’era dei computer.

Tuttavia, negli ultimi anni il peso specifico di questo strumento è aumentato esponenzialmente.

Ogni azienda, professionista e perfino privati cittadini hanno spesso numerosi indirizzi email, destinati agli usi più disparati.

L’introduzione della fattura elettronica ha dato ulteriore impulso anche alla Posta Elettronica Certificata (PEC), e conseguentemente ai client email.

Infatti, anche questi software si sono evoluti nel tempo, ed oggi sono lontani parenti delle prime versioni dei programmi di posta elettronica degli anni 2000. Facilità di utilizzo, flessibilità e user experience di alto livello sono i pilastri di tutti i moderni software.

Il mercato ha sempre risposto presente alle richieste del mercato, e la competizione serrata ha fatto più di una “vittima”. Non tutte le software house hanno avuto la forza, tecnologica ed economica, necessaria a farsi strada. Altre ancora sono state acquisite da competitor più grandi.

Vediamo dunque alcune fra le principali proposte per quanto riguarda i client di posta elettronica.

Microsoft Outlook

 

Quando si parla di posta elettronica, è inutile negare che il software più famoso ed usato al mondo sia Microsoft Outlook.

Outlook, per essere precisi è un Personal Information Manager: non solo email quindi, ma anche eventi, scadenze, rubrica, e calendario sono integrati in un'unica user interface, perfettamente omogenea. Per la sua natura particolarmente completa, Outlook non è forse il software più snello che si possa immaginare, ma è difficile immaginare che qualcuno utilizzi computer di 6-7 anni fa e contestualmente voglia il miglior software di oggi.

Outlook ha davvero tutto quello che serve: supporta IMAP e POP3, funzioni utili come l’invio ritardato di email, molteplici firme e via dicendo.

Il motore di scrittura e correzione automatica, comune a Word, è sicuramente ai vertici del settore e permette di creare email al top.

L’unico vero limite di Outlook, ammesso che sia tale, è che non si tratta di un prodotto standalone.

Infatti, questo software fa parte della celebre suite Office365. Difficile immaginare un qualsiasi utente pc che non conosca Microsoft Office.

Per il mondo aziendale il modello SaaS prevende sottoscrizione a partire da 8,8 euro al mese IVA esclusa per utente. Considerando il grande valore della suite, si tratta sicuramente di un prezzo adeguato. Se il vostro interesse tuttavia fosse riservato alla sola gestione della posta elettronica, lasciamo a voi la valutazione sul costo da sostenere. Si tratta di circa 100 euro annui IVA esclusa.

Ricordiamo, infine, che Outlook è disponibile sotto forma di download gratuito per Android e iOS. Su tutte entrambe le piattaforme, la app si può utilizzare gratuitamente senza sottoscrivere l’abbonamento ad Office 365.

Mozilla Thunderbird

Il secondo software che vi proponiamo è Mozilla Thunderbird. È uno dei più famosi ed efficaci programmi per posta elettronica disponibili fra i software che non comportano pagamento. I suoi principali punti di forza sono la compatibilità con tutti i sistemi operativi desktop (è disponibile per Windows, macOS e Linux), l’altissimo grado di personalizzazione e il supporto a tutti i principali servizi di posta elettronica.

A differenza di Outlook, Thunderbird non ha un equivalente app per dispositivi mobile. La funzione di Personal Information Manager puù essere raggiunta tramite moduli aggiuntivi.

I componenti aggiuntivi sono un vero plus di Thunderbird, funzione comune con il “fratello” browser Firefox. Con le estensioni, per fare qualche esempio pratico, è possibile aggiungere un calendario completo al programma, importare le email da altri software di posta elettronica, utilizzare servizi email che normalmente sarebbero utilizzabili solo tramite interfaccia Web e molto altro ancora.

Thunderbird è un software open source, ed in quanto tale gratuito. Davvero difficile chiedere molto di più da un software di questo tipo.

Postbox

Postbox è un client email commerciale per la gestione delle email. Il motore su cui si basa è quello che muove anche Mozilla Thunderbird, da cui conseguentemente eredita tutte le funzionalità.
A questo, chiaramente  aggiunge una serie di interessanti extra, fra cui vi segnaliamo l’integrazione con i social network e il supporto ai servizi di cloud storage più diffusi, per la condivisione rapida dei file.

Nonostante la stretta parentela con Thunderbird, Postbox è compatibile solo con Windows e Mac. Come già anticipato, si tratta di un software a pagamento. Il prezzo è tuttavia sicuramente accessibile.

Al momento in cui scriviamo il costo è di 39 dollari per singola licenza, ma scende a 29 già a partire da due utenti, e sono previsti ulteriori sconti per volumi superiori. Ricordiamo infine è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne le funzionalità per 30 giorni.

Mailbird

Un ulteriore client degno di nota è Mailbird. Si tratta di uno fra i programmi per posta elettronica più evoluti, tuttavia disponibile esclusivamente in ambiente Windows. È molto veloce, supporta tutti i principali servizi email e offre la possibilità di installare delle app che consentono di connettersi con Facebook, WhatsApp, Google Calendar, Slack e altri servizi online molto utili direttamente all’interno dell’interfaccia di Mailbird.

Questo software può essere utilizzato gratuitamente senza limiti di tempo, ma alcune funzioni vengono inibite dopo i 30 giorni del periodo di valutazione del prodotto. Fra queste ci sono la possibilità di configurare più di un account di posta elettronica all’interno del software, la visualizzazione delle anteprime degli allegati e la possibilità di posticipare le email.

Il modello commerciale di Mailbird è chiaro. Per utenti privati o professionisti, il costo è di 39 dollari annui, o alternativamente 99 dollari per licenza perpetua. Per le utenze business, il costo è di 89 dollari annui. In quest’ultimo caso è tuttavia doveroso sottolineare come si aggiungano funzioni spesso essenziali per aziende di medie dimensioni, primo fra tutti il supporto a Microsoft Exchange.

Airmail

Per quanto riguarda il solo ecosistema dei device Apple, vi segnaliamo infine Airmail. Si tratta di uno dei client email più evoluti per i dispositivi Apple. Infatti, è compatibile con Mac, iPhone e iPad e su tutti e tre i riesce ad offrire una ampissima gamma di funzionalità.

Airmail supporta Gmail, iCloud, Outlook.com, Exchange, Yahoo! Mail e più in generale tutti gli account POP3 e IMAP. Non solo: si integra con i servizi di cloud storage come Google Drive, Dropbox, CloudApp, Box, Onedrive, Droplr, FTP . Sicuramente utile l’integrazione con le applicazioni GTD (Get Things Done), tra cui Omnifocus, Calendar, Evernote, Todolist e molte altre, oltre ovviamente a supportare i calendari/promemoria di macOS e iOS. Nel momento in cui scriviamo. Il prezzo di Airmail (acquistabile da Mac App Store) è di 30 euro.

Sintetizzando, il mondo dei client email è abbastanza variegato da poter soddisfare esigenze e portafoglio di qualsiasi professionista o PMI, o anche più grandi, come nel caso di Microsoft Outlook.

La scelta di questo tipo di software è certamente importante; gestire al meglio la comunicazione tramtie posta elettronica non è affatto meno importante di quella che avviene tramite telefono.

Anzi si può certamente dire che in molte situazioni è ben più importante; dopotutto documento viene veicolato via email, certo non a voce.

La gestione efficace e tempestiva di ordini e preventivi è sempre stata fondamentale per la continuità aziendale.

La trasformazione digitale ha di fatto reso questo parametro ancora più vitale; i clienti e i prospect oggi si aspettano una interazione rapidissima, e qualsiasi ritardo viene difficilmente perdonato. Il rischio concreto di perdere clienti e quote di mercato crediamo sia più che sufficiente per riservare a questo tema la giusta attenzione.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome