Sap muove all’attacco sul fronte cloud

Annunciato un accordo definitivo per rilevare gli asset di Ariba per 4,3 miliardi di dollari. Mossa letta in chiave anti-Oracle, che potrebbe non restare a guardare.

Con una acquisizione valutata 4,3 miliardi di dollari, Sap fa un ulteriore passo avanti nella sua strategia per il mondo cloud.
La società ha raggiunto infatti un accordo definitivo per rilevare gli asset di Ariba, una delle prime dotcom che negli anni ha saputo reinventarsi diventando oggi uno dei principali player nell'ambito delle soluzioni e delle tecnologie per l'ecommerce.

L'operazione viene letta da molti analisti non solo come una spinta necessaria verso un mercato che si sta facendo sempre più determinante, quello del cloud, ma anche come risposta anticipate alle mosse di Oracle, che dovrebbe annunciare l'evoluzione della sua strategia cloud il prossimo 6 giugno.

L'accordo è già stato approvato dal board di Ariba, dunque l'operazione potrebbe concludersi nel corso del terzo trimestre dell'esercizio fiscale.
Una volta completata l'operazione, Sap dovrebbe integrare gli asset di Ariba nella struttura che segue Hana.

Qualcuno, tuttavia, avanza l'ipotesi che non sia detta l'ultima parola.
Ricordando quanto accadde sette anni fa, quando Oracle bloccò di fatto l'acquisizione di Retek da parte di Sap, mettendo sul piatto una offerta più alta, qualche analista avanza l'ipotesi che la società guidata da Larry Ellison potrebbe muovere di nuovo all'attacco, anche in considerazione del fatto che le soluzioni di Ariba fanno ampio uso delle sue tecnologie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here