SaaS e on demand, così cresce l’offerta cloud di NetApp

NetApp ha presentato una nuova gamma di soluzioni e servizi di Data Fabric per offrire ai clienti uno spostamento e un controllo efficaci dei dati all’interno dei datacenter aziendali e in una gamma crescente di ambienti cloud.
Finalizzata a ottenere una maggiore visibilità sui dati, sperimentando un TCO inferiore e pagando solo per le risorse cloud necessarie, la società ha presentato Cloud Sync Service, un’offerta di Software as a Service on demand che, attualmente disponibile sul marketplace AWS, consente di spostare e sincronizzare i dati tra storage on premise e AWS Simple Storage Service nel cloud.
Intenzionata a rendere disponibile NetApp Private Storage come servizio attraverso un ecosistema crescente di offerta dei partner, tra cui anche Arrow, NetApp ha, poi, presentato NetApp Private Storage as a Service, un nuovo modello di consumo basato su OPEX, che sfrutta partner di colocation, come Equinix, per consentire ai clienti di scalare capacità, performance e costi del cloud.
A sua volta, l’offerta SaaS costituita da Cloud Control per Microsoft Office 365 consente di controllare e proteggere i dati critici memorizzati in SharePoint Online, OneDrive for Business ed Exchange Online supportando al contempo la data retention in servizi cloud quali AWS S3 e Azure, così come uno storage on premise.

Infine, grazie all’integrazione con AltaVault e SnapCenter, i clienti NetApp ONTAP che utilizzano la tecnologia NetApp SnapMirror possono ora assegnare destinazioni di backup su cloud ibrido e ricercare e ripristinare rapidamente file da repository on premise e su cloud pubblici, per un backup cloud end-to-end semplificato.

Estrarre valore dai dati ovunque si trovino

Per supportare i clienti a estrarre valore dei propri dati ovunque si trovino nel cloud ibrido, NetApp ha, inoltre, introdotto delle nuove release di AltaVault, StorageGRID Webscale e SnapCenter.
In quest’ultima versione, la soluzione di storage integrato nel cloud di NetApp include l’integrazione con SnapMirror, che rende più facile eseguire il backup su AltaVault per i clienti che utilizzano ONTAP, mentre l’aggiornamento della soluzione storage a oggetti per le applicazioni Web propone una soluzione stack integrata e distribuita da NetApp insieme a una migliore data protection e una funzionalità di simulazione degli effetti della modifica dei criteri di storage dei dati su miliardi di oggetti.
Infine, mentre l’ultima release di SnapCenter centralizza la data protection e la gestione dei cloni con nuovi plug-in delle applicazioni, il pacchetto NetApp Professional Services consente di fornire servizi di storage ai propri utenti, proprio come un cloud provider.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome