Ritorno in Aica per Lamborghini

Dopo Rodolfo Zich, il fondatore dell’European information technology observatory torna a guidare l’Associazione italiana per l’informatica e il calcolo automatico.

Nominato dal Consiglio Direttivo Centrale dell'Associazione italiana per l'informatica e il calcolo automatico, Bruno Lamborghini (nella foto) torna ad assumere la presidenza dell'Aica succedendo, per il triennio 2013-2015, a Rodolfo Zich.

Fondatore di Eito, presidente di Prometeia e dell'Associazione Archivio Storico Olivetti, Lamborghini è docente presso l'Università Cattolica di Milano e, in passato, ha ricoperto incarichi manageriali, anche a livello internazionale, per il Business Industry Advisory Council all'Ocse e per Eurobit.
Come economista industriale si è occupato a livello universitario, e attraverso numerose pubblicazioni, dell'innovazione e organizzazione d'impresa e dell'evoluzione dell'Ict e dell'economia digitale.

All'interno di Aica, sarà coadiuvato dai neo nominati vice presidenti Giuseppe Mastronardi, che arriva dal Politecnico di Bari, e da Marco Mezzalama, del Politecnico di Torino, mentre Giulio Occhini è stato confermato direttore generale dell'Associazione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here