Rit semplifica il cablaggio con Enterprise 1

Un nuovo esempio di ottimizzazione della gestione del cablaggio viene fornito da Rit Technologies. La società israeliana, infatti, ha presentato Enterprise 1, una nuova soluzione che estende le funzionalità del noto PatchView, il sistema …

Un nuovo esempio di ottimizzazione della gestione del cablaggio viene
fornito da Rit Technologies.
La società israeliana, infatti, ha presentato Enterprise 1, una nuova
soluzione che estende le funzionalità del noto PatchView, il sistema di
cabling management che semplifica sensibilmente la vita dei network
management e del loro staff.
Il vantaggio principale di Enterprise 1 consiste nella gestione dei
cosiddetti Mac (Movimenti aggiunte cambiamenti): i gestori di rete possono
pianificare i cambiamenti alle permutazioni nei wiring closet, guidando da
remoto il tecnico, tramite led, e verificando in tempo reale la corretta
esecuzione degli stessi. Rony Homossany, vice presidente marketing & sales
di Rit, ha portato un esempio applicativo illuminante in questo senso:
"In un'azienda sparsa sul territorio, posso far vedere lo stesso disegno
della rete a tutti i network manager di filiale. Ogni cambiamento viene
aggiornato sul server, per cui se devo spostare un utente da una stanza
all'altra a Bologna, per esempio, posso dare l'ordine da Milano
visualizzandolo sul patch panel virtuale, che viene così immediatamente
percepito dal tecnico a Bologna"
.
Elemento centrale di tutto il sistema è il database, che sfrutta
un'architettura client-server e un potente motore relazionale Sql per
supportare più utenti contemporaneamente, garantendo l'aggiornamento
coerente dei dati. Di fatto, il sistema funge anche da meccanismo di
controllo, fornendo protezione aggiuntiva dall'uso non autorizzato del
cablaggio.
A questo proposito, inoltre, Rit fornisce anche delle serrature particolari
per gli armadi rack, chiamate Security Controller. Collegate al sistema,
queste generano allarmi se qualcuno forza o apre senza autorizzazione il
mobile.
Perché il sistema operi con piene funzionalità, peraltro, sono necessari
componenti opzionali, come gli "scanner" Rit, oltre al possesso di
PatchView stesso.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome