Retek: Sap e Oracle giocano al rialzo

Sap porta a 11 dollari la propria offerta, ma Oracle non molla e arriva a 11,25 dollari per azione. La partita è tutta aperta.

Per Retek si scaldano i motori.
Dopo aver dichiarato, non più di qualche
giorno fa, di non aver intenzione di ingaggiare una battaglia all'ultimo rialzo
con Oracle per l'acquisizione di Retek, nella
giornata di ieri Sap ha portato la propria offerta a 11
dollari: 2,5 dollari per azione in più rispetto alla prima offerta e 2 dollari
in più rispetto al rilancio di Oracle.
Una controofferta che sembrerebbe
piacere al board di Retek, che avrebbe infatti raccomandato agli azionisti di
accettare l'offerta della società tedesca.
Ma Oracle non sembra proprio
intenzionata a mollare la presa, e nella serata di ieri ha annunciato a sua
volta un rialzo: 11,25 dollari per azione.
Mossa che, per voce dello stesso
Larry Ellison, nasce da una duplice motivazione: la ferma intenzione di non
perdere la posizione di numero uno sul mercato nordamericano e la volontà
espressa dai clienti stessi, più che favorevoli all'operazione.
Si attendono
nuove contromosse.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here