Home 5G Red Hat e Samsung abilitano il 5G con Kubernetes

Red Hat e Samsung abilitano il 5G con Kubernetes

Red Hat e Samsung hanno reso nota una nuova collaborazione, finalizzata a  fornire una soluzione di rete 5G costruita sulla piattaforma Kubernetes Red Hat OpenShift, pensata per aiutare i service provider a rendere il 5G una realtà su molti casi d’uso, tra cui 5G core, edge computing, IoT, machine learning e altri ancora.

Per i fornitori di servizi di telecomunicazione è importante adottare una piattaforma orizzontale coerente e cloud-native, stabilizzata per i loro ambienti.
Questo cloud telco consente loro di utilizzare la stessa infrastruttura per più casi d’uso, riducendo spese di gestione e operative. Secondo un report di Acg Research promosso da Red Hat, l’utilizzo di piattaforme orizzontali open può ridurre il Total Cost Ownership fino al 30% rispetto a implementazioni verticali integrate di reti accesso radio virtualizzate (vRAN). Con questo approccio orizzontale, i clienti ottengono maggiore libertà di scelta e un servizio migliore.

Questa collaborazione sarà basata sul consolidato portfolio hybrid cloud di Red Hat. La collaborazione farà anche uso di servizi Samsung quali 5G vRAN, vCore, MEC e management e analytics, per aiutare i service provider ad estendere i casi d’uso basati su 5G, come l’edge computing, che possono avere impatto positivo sull’esperienza del cliente.

Con questa soluzione, i service provider saranno in grado di capitalizzare i vantaggi portati dall’utilizzo di edge e vRAN. Il report di Acgha rilevato che l’utilizzo di un’infrastruttura orizzontale 5G comune sia sul core che sul’edge può consentire agli operatori di estendere i vantaggi di TCO che ottengono sui progetti orizzontali, a tutta la loro infrastruttura. Inoltre, l’implementazione di cloud orizzontali nei siti vRAN consente agli operatori di supportare nuove applicazioni e servizi basati sulla geolocalizzazone, sulla ridotta latenza e sulla scalabilità ottenibile in un cloud distribuito.

Le soluzioni 5G di Samsung incontrano Red Hat OpenShift

Funzioni di rete containerizzate (CNF) e funzioni di rete virtualizzate (VNF) forniscono un percorso di trasformazione per le moderne telco, portando ad una maggiore flessibilità del servizio e ad un meccanismo di erogazione più veloce per le nuove offerte. Per questo, Samsung ha ottenuto la certificazione VNF da parte di Red Hat e prevede di ottenere una certificazione CNF completa. Questo è il più elevato standard per le funzioni di rete mission-critical su Red Hat OpenShift e verifica che i vendor CNF con workload critici oggi possano preparare efficacemente le loro applicazioni per un futuro cloud-native in produzione su Red Hat OpenShift. I clienti possono ottenere più rapidamente tutte le funzionalità 5G ed edge computing con soluzioni certificate.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php