Red Hat: l’open source e il cloud fanno Roi

Antonio Leo, channel manager, ai Cio italiani: investimenti, progetti, social network.

Antonio Leo, channel manager di Red Hat è stato da noi invitato a indirizzare tre tweet, ossia messaggi sintetici, ai Cio italiani per il 2011, sui temi degli investimenti, dei progetti da inaugurare e di che uso fare dei social network.

Sugli investimenti tecnologici invita ad andare su soluzioni open source di classe enterprise. Questo significa studiare le  community per capire quale seguito e valenza abbiano i progetti. Quelli che diventano soluzioni enterprise in termini di qualità, prestazioni, sicurezza e Roi possono essere il motore verso l'innovazione.

Quali progetti far partire?
Il cloud computing è l'investimento più importante che consigliamo. Procediamo per step. La nostra strategia è guardare prima alle risorse in possesso predisponendole per un progetto di virtualizzazione con alla base tecnologie open source. Virtualizziamo perché il primo obiettivo è utilizzare di più e meglio le risorse presenti, aumentandone la flessibilità di gestione, facendo di più con meno server, e strizzando un occhio alla causa del contenimento dei costi consumi energetici. Una volta consolidati i sistemi, cambiamo il modo di utilizzare la risorse impostando nuovi modelli di fruizione della tecnologia che ci consentano approvvigionamenti rapidi e calcolati sulle esigenze, ma soprattutto di collocare on demand la spesa dove è necessario al variare del mercato e delle nostre esigenze: investiamo quindi in un progetto cloud interno, che guardi prima all'infrastruttura coinvolgendo tutta l'azienda in questo cambiamento.

Quali rapporti curare con i social network?
Il fenomeno va di pari passo con il concetto di collaborazione: per capirlo basta
rapportarlo alle community open source.
Le aziende farebbero bene a imparare a utilizzare questi strumenti di comunicazione in una strategia comune che va dal Crm alle comunicazioni interne. È importante liberalizzarne l'utilizzo interno dandosi regole chiare e controllandone il buon uso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here