Home Startup Quick Algorithm, la startup che virtualizza il data analyst

Quick Algorithm, la startup che virtualizza il data analyst

La startup Quick Algorithm ha appena concluso un aumento di capitale da 1 milione di euro, dopo aver completato il programma di accelerazione B4i – Bocconi 4 Innovation.

Quick Algorithm utilizza l’analisi dei dati per ottimizzare la gestione degli asset fisici industriali (per prevenire malfunzionamenti o registrare trend di funzionamento) grazie a un software scalabile che offre le competenze di un data analyst ad aziende che non hanno le risorse o le dimensioni per dotarsi di data analyst in carne ed ossa.

L’operazione di aumento di capitale di Quick Algorithm da 1 milione di euro, di cui settecentomila destinati a investimenti programmati e trecentomila in work-for-equity per remunerare performance e supporto operativo futuro, è stata portata a termine in tempi record.

Il traguardo della startup, che vede tra i propri investitori anche l’Università Bocconi, giunge a quattro mesi dal lancio di Scops 1.0, il software proprietario che permette di ridurre i costi di produzione attraverso una gestione intelligente degli asset aziendali.

Il software innova il modo di gestire qualsiasi oggetto o macchinario aziendale combinando la semplicità di utilizzo e la potenza dell’intelligenza artificiale per digitalizzare le informazioni e scoprire malfunzionamenti.

Il software Scops è stato infatti progettato per supportare le attività di gestione, manutenzione e ottimizzazione energetica degli asset industriali e non solo, dai più sofisticati ai più semplici. Il suo punto di forza è quello di coniugare da una parte la facilità di creazione di un digital twin del macchinario, dal quale è possibile gestire documentazione, manutenzione e raccolta dati, e dall’altra la potenza degli algoritmi per prevedere anomalie di funzionamento e anticipare cambi di trend.

I profili digitali e i dati raccolti dal sistema consentono alle aziende di beneficiare in modo molto semplice di un approccio data driven nella gestione degli asset, nonché di efficientarne l’utilizzo e aumentare la produttività della forzal avoro.

L’analisi dei dati ottenuti grazie al software consente, infatti, di risparmiare su costi di manutenzione, di energia e soprattutto di ridurre i costosi fermi impianto

Fondatore e ceo di Quick Algorithm è Jacopo Piana (nella foto).

In questi mesi Quick Algorithm ha costituito un advisory board  che oggi conta figure manageriali di primo piano e Professori dell’Università Bocconi, come Massimo Della Ragione, Professor of Practice presso l’Università Bocconi, Raffaele Di Nardo, Amministratore Delegato di Juice Always On, Luca Mignini, Professor of Practice presso l’Università Bocconi, Marco Tagliapietra, Chief Financial Officer di Burgo Group e Adriana Versino, Consigliere delegato presso Fondazione Vodafone Italia e Responsabile della Sostenibilità di Vodafone Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php