Home Quantum Computing Quantum computing, colocation e interconnessione per la trasformazione

Quantum computing, colocation e interconnessione per la trasformazione

Come approfondimento dell’annuncio della nuova installazione di OQC all’interno del data center TY11 di Equinix, Arun Dev, Vice President of Digital Interconnection Services di Equinix, e Ilana Wisby, Chief Executive Officer di Oxford Quantum Circuits, hanno condiviso una riflessione sui 4 principali vantaggi offerti dal QCaaS (Quantum Computing as a Service) in congiunzione con la data center colocation e l’interconnessione.

Un approccio pubblico ed Internet-based non infatti è sempre adatto a tutti i casi di utilizzo dell’informatica quantistica; e in quest’ottica, la disponibilità di una risorsa di quantum computing tramite servizi di colocation e interconnessione, come Platform Equinix, apre nuovi orizzonti.

Da anni gli analisti del settore discutono delle possibilità offerte dall’informatica quantistica, mentre i business leader aziendali pensano a come concretizzarne le potenzialità. Per farlo, è tuttavia necessario comprendere appieno cosa sia l’informatica quantistica, ma anche cosa non lo sia, come il fatto che i computer quantistici non sostituiranno direttamente i computer classici di cui disponiamo oggi, dal momento che diversi casi d’uso potrebbero essere più adatti a rimanere su computer tradizionali ad alte prestazioni (HPC).

Ilana Wisby, Chief Executive Officer, Oxford Quantum Circuits
Ilana Wisby Chief Executive Officer, Oxford Quantum Circuits

Inoltre, ci sono diverse considerazioni pratiche che rendono l’adozione del calcolo quantistico al di fuori della portata della maggior parte delle aziende, in primis i costi e la complessità gestionale. Proprio per questo motivo, e per contribuire ad abbassare la barriera all’ingresso dei casi d’uso commerciali della quantistica, sono nate nuove aziende di Quantum Computing as a Service (QCaaS), come Oxford Quantum Circuits (OQC), che offrendo servizi attraverso il cloud pubblico contribuiscono a rendere la quantistica accessibile come qualsiasi altro servizio cloud.

Tuttavia, un approccio pubblico ed Internet-based non è sempre adatto a tutti i casi di utilizzo dell’informatica quantistica; e in quest’ottica, la disponibilità di una risorsa di quantum computing tramite servizi di colocazione e interconnessione, come Platform Equinix, apre nuovi orizzonti.

Arun Dev Vice President of Digital Interconnection Services, Equinix
Arun Dev, Vice President of Digital Interconnection Services, Equinix

In particolare possiamo parlare di 4 vantaggi principali:

  • Maggiore facilità di accesso e integrazione
  • Maggiore controllo sulla sicurezza e sulla sovranità dei dati
  • Latenza più bassa per eliminare i bottleneck prestazionali
  • Accesso alle innovazioni in materia di sostenibilità

Maggiore facilità di accesso e integrazione

Una delle maggiori sfide che le aziende devono affrontare quando si tratta di iniziare a utilizzare la tecnologia quantistica è l’integrazione con l’infrastruttura digitale esistente. I computer quantistici integreranno i sistemi esistenti, non li sostituiranno. Tuttavia, la complessità di combinare due forme di calcolo intrinsecamente diverse in un unico ambiente operativo integrato supera di gran lunga le capacità tecniche della maggior parte delle organizzazioni.

OQC TY11

L’implementazione di OQC QCaaS all’interno di un colocation data center crea un livello di astrazione che elimina la complessità quantistica per i suoi utenti, che possono iniziare a sfruttare i vantaggi della quantistica semplicemente premendo un interruttore e con un controllo pari a quello nell’avere il computer quantistico in esecuzione all’interno della loro infrastruttura on-premise.

Allo stesso tempo, otterranno tutti i vantaggi dei solidi ecosistemi digitali di partner e fornitori di servizi e dell’infrastruttura edge distribuita sulla piattaforma; tutti i vantaggi del quantum, evitando la complessità d’implementazione iniziale.

Garantire la sicurezza e la sovranità dei dati

In questa fase di adozione, molte organizzazioni stanno ancora sperimentando l’informatica quantistica, il che significa che i dati che stanno spostando nei sistemi quantistici sono essenzialmente dati di prova o fittizi. Ma quando le aziende iniziano a considerare il quantum come un vero e proprio caso d’uso di livello aziendale, si pone il problema di come utilizzarlo in modo sicuro con i set di dati reali.

OQC TY11

Questo è particolarmente vero perché alcuni dei casi d’uso più interessanti per l’informatica quantistica, come l’ottimizzazione della gestione del portafoglio e del rischio nel settore dei servizi finanziari, richiedono l’uso di serie di dati estremamente sensibili. La maggior parte delle aziende non vorrebbe permettere a questi dati sensibili di avvicinarsi a un cloud pubblico o a una connessione Internet, perché non sarebbe in grado di mantenerli sempre al sicuro.

In quest’ottica, un servizio come Equinix Fabric è in grado di fornire funzionalità di interconnessione software-defined ai clienti che desiderano sfruttare i servizi OQC. Ciò significa che possono sfruttare i loro dati sensibili per i servizi quantistici senza doverli mettere a rischio. Inoltre, per le aziende che si preoccupano di rispettare standard di sovranità dei dati sempre più severi in diverse giurisdizioni, Equinix Fabric è disponibile a livello globale. Ciò significa che è possibile spostare i propri dati da qualsiasi luogo in cui si trovino fisicamente i propri sistemi al computer OQC senza mai rinunciare al controllo dei propri dati o spostarli dalla Platform Equinix.

Eliminare i bottleneck prestazionali

Per molti versi, i computer quantistici possono essere validi solo quanto i dati che vi vengono immessi. Per questo motivo, è necessario essere in grado di spostare grandi serie di dati nei sistemi quantistici in modo rapido e costante. La latenza può causare problemi di prestazioni che impediscono che ciò avvenga.

OQC TY11

Prendiamo l’esempio dello sviluppo di un nuovo farmaco nell’industria farmaceutica, che essenzialmente consiste in una serie di esperimenti per tentativi ed errori. La simulazione di reazioni molecolari complesse consente alle aziende farmaceutiche di identificare in modo economicamente vantaggioso la formulazione del farmaco più efficace e di sottoporla a sperimentazione in tempi molto più rapidi di quanto potrebbero fare altrimenti. Tuttavia, l’intero caso d’uso dipende dalla capacità del computer quantistico di raccogliere enormi volumi di dati senza ritardi. Per questo l’ostacolo della latenza può tenere i vantaggi dell’informatica quantistica fuori portata.

Ancora una volta, l’interconnessione può aiutare a risolvere questo problema. Un recente benchmark tecnico ha confermato che Equinix Fabric può offrire vantaggi prestazionali fino a 28 volte superiori rispetto alla rete Internet pubblica, aiutando le aziende a compensare l’impatto della latenza creata dalla distanza fisica. Inoltre, le funzionalità on-demand di Equinix Fabric consentono ai clienti di attivare o disattivare facilmente le connessioni e di modificare la velocità della larghezza di banda in base alle esigenze.

Accesso alle innovazioni per la sostenibilità

Mentre le aziende pensano a come sfruttare appieno le capacità quantistiche, stanno contemporaneamente valutando come rendere le loro operazioni più sostenibili. Queste organizzazioni cercano di limitare le emissioni lungo le loro supply chain e l’ottimizzazione dell’infrastruttura digitale è un modo fondamentale per farlo. Da qui i dubbi sulla tecnologia quantistica: poiché il quantum è significativamente più potente per alcuni casi d’uso, molti pensano che debba logicamente richiedere più energia per funzionare.

OQC TY11

Sebbene risulti vero che la messa in linea di un nuovo computer quantistico richieda una certa quantità di energia, la possibilità di scalare i processi nel tempo aumenta l’efficienza energetica, più che compensando l’energia richiesta per raffreddare la macchina. Questi vantaggi in termini di efficienza si moltiplicheranno man mano che i processori quantistici diventeranno più avanzati, consentendo alle aziende di ottenere maggiori risultati con la stessa quantità di energia.

Infine la quantistica può anche essere utilizzata per sbloccare molti nuovi casi d’uso della sostenibilità. Un esempio è la modellazione dello stato energetico dell’elettrolisi a impulsi per ottimizzare l’uso del catalizzatore per la produzione di idrogeno verde. Aumentando significativamente l’efficienza del processo di elettrolisi, la quantistica potrebbe contribuire a ridurre il costo dell’idrogeno verde del 35%. Questo sarà un passo importante per renderlo una valida alternativa ai combustibili fossili su scala più ampia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

Iscriviti alla newsletter

css.php