Qualcomm 5G

Qualcomm e Nokia sono tra i soggetti più attivi sul 5G, nel panorama dei player delle telecomunicazioni mobile. Qualcomm con chipset, soluzioni e partnership legati alla tecnologia mobile di prossima generazione. Nokia, anch’essa con sperimentazioni in fase avanzata sul 5G, anche nel nostro Paese.

Qualcomm e Nokia hanno ora annunciato di aver eseguito con successo chiamate dati over-the-air (OTA) 5G NR. Ciò, su entrambe le bande di spettro, mmWave e sub-6 GHz. Il test di interoperabilità era conforme alle specifiche 3GPP 5G NR Release 15 in modalità NSA (non standalone). Le due società lo hanno completato presso il centro d’eccellenza 5G di Nokia a Oulu, in Finlandia.

Nelle prove sono state utilizzate base station Nokia AirScale disponibili in commercio e un device di test con form factor di uno smartphone. Questo dispositivo mobile era potenziato dal modem Qualcomm Snapdragon X50 5G. Così come dai moduli antenna con transceiver RF, front-end RF ed elementi antenna integrati.

Qualcomm e Nokia insieme per lo sviluppo del 5G

I risultati dei test eseguiti dalle due società si inseriscono sul solco del loro rispettivo impegno nell'interoperabilità e testing OTA. Attività che hanno come obiettivo l'implementazione di servizi 5G commerciali attesi già nel 2019.

Nel mese di febbraio 2018, Nokia e Qualcomm avevano già completato i test di interoperabilità 5G NR conformi 3GPP sulle bande 3,5 GHz e 28 GHz. In quel caso utilizzando una base station Nokia AirScale disponibile in commercio e prototipi di dispositivi forniti da Qualcomm Technologies.

Le chiamate OTA rappresentano dei passaggi chiave per consentire ai clienti nell'ecosistema 5G di lanciare reti commerciali e dispositivi mobili a partire dall'inizio del 2019, in avanti. Ciò in diverse aree di mercato: negli Stati Uniti, in Corea, in Europa, in Australia, in Giappone e in Cina.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.