Problemi con l’USB? Occhio all’alimentatore

marzo 2005 In un computer sono presenti numerose porte USB, anche fino a 6 o 8. In teoria dovrebbero essere tutte uguali (e lo sono). Nell’utilizzarle però si possono notare comportamenti differenti a seconda della periferica USB connessa. Funzionano d …

marzo 2005 In un computer sono presenti numerose porte USB, anche
fino a 6 o 8. In teoria dovrebbero essere tutte uguali (e lo sono).

Nell'utilizzarle però si possono notare comportamenti differenti
a seconda della periferica USB connessa. Funzionano di solito bene quando sono
collegate alle porte posteriori saldate sulla scheda madre, iniziano a fare
i capricci quando si collegano alle porte sul telaio.

Il sistema ne rileva il collegamento ma non è in grado di riconoscere
la periferica. Il comportamento bizzarro è riconducibile a un problema
di alimentazione
.

Le porte saldate sulla scheda madre si trovano nelle condizioni ottimali: le
piste sono corte, hanno una dimensione adeguata e l'alimentatore è
nelle vicinanze.

Le porte sul telaio sono collegate alla scheda madre tramite fili lunghi di
piccolo diametro e la distanza dalla sorgente di alimentazione è maggiore.

Una disposizione che porta a una caduta di tensione quando si collega una periferica
USB, e quando la tensione non è più sufficiente iniziano i problemi
di blocco della comunicazione tra computer e periferica.

Anche l'alimentatore gioca un ruolo. I modelli ATX e ATX12V
che si limitano a soddisfare le specifiche minime dei rispettivi standard sono
inadeguati.

ATX ammette per la tensione di uscita di 5 V un'oscillazione compresa
tra 4,75 V e 5,25 V e un alimentatore che si limita a fornire il minimo necessario
per rientrare nelle specifiche non è in grado di alimentare adeguatamente
l'USB.

Non ha risorse di scorta per tamponare la caduta di tensione al collegamento
che in alcune schede madri raggiunge un valore di 350 mv.

In pratica la tensione scende a 4,4 V, insufficiente per alimentare correttamente
una periferica USB. Informazioni più dettagliate su possono trovare sul
sito www.usb.org.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here