Home Apple Privacy e iPhone: come controllare il tracciamento delle app

Privacy e iPhone: come controllare il tracciamento delle app

Con l’aggiornamento software iOS 14.5 per iPhone, Apple ha introdotto la nuova funzionalità a tutela della privacy degli utenti che sta facendo molto discutere: la trasparenza nel tracciamento da parte delle app.

Sulla privacy esiste probabilmente un ventaglio molto diversificato di opinioni. C’è chi non ha alcun problema a condividere tutto. C’è chi dice addirittura che nell’era dei social non abbia più alcun senso parlare di privacy.

Apple non è di questo parere. Più di dieci anni fa, a una domanda specifica sul tema, Steve Jobs, l’indimenticato co-fondatore di Apple, rispondeva che la sua società aveva una posizione diversa rispetto ad altre realtà tecnologiche della Silicon Valley e che prendeva molto seriamente l’argomento privacy. E Jobs ribadiva: bisogna chiedere alle persone.

La funzione di App Tracking Transparency che debutta in iOS 14.5 fa esattamente questo: richiede alle app di ottenere il consenso esplicito dell’utente a tracciare i suoi dati in app o siti di terze parti.

Ed è positivo per gli utenti dell’ecosistema Apple che la società di Cupertino abbia conservato questa posizione.

L’utente ha dunque il controllo e può fare una scelta consapevole se dare o meno il permesso. L’autorizzazione, peraltro, può anche essere modificata, se si cambia idea.

Con iOS 14.5, quando su iPhone si apre per la prima volta un’app che esegue il tracciamento delle attività, l’app ci chiede il permesso di farlo e offre alcune informazioni sul tipo di utilizzo dei dati.

iPhone tracciamento app

Nel nostro esempio, nel caso dell’app di consegne a domicilio Glovo, l’app non si limita a presentare la schermata di iOS per raccogliere il permesso dell’utente, ma visualizza prima una pagina di spiegazioni.

iPhone tracciamento app

Alcune app potrebbero non funzionare come l’utente si aspetta disabilitando il tracciamento delle attività o potrebbero mancare delle caratteristiche di personalizzazione. L’utente ha comunque il controllo e la facoltà di scegliere.

Il pulsante Consenti della richiesta di permesso di iOS per conto dell’app, è chiaro nella sua funzione: dare il consenso al tracciamento delle attività.

Chiedi all’app di non eseguire il tracciamento, oltre a essere in italiano– come al solito – molto lungo rispetto alla controparte in inglese, è anche meno chiaro.

Evidentemente Apple ha usato questa formula perché esistono anche altre tecnologie con cui un’app o un sito web possono tracciare le attività di un utente e la restrizione riguarda le policy ma non può garantire in assoluto che non venga messo in atto qualsiasi tracking di alcun tipo.

Maggiori informazioni su come funziona il tracciamento nelle app su iPhone e come interviene iOS per tutelare la privacy sono disponibili nel documento Apple “Un giorno nella vita dei tuoi dati”.

Dunque, mettiamo di aver consentito il tracciamento delle attività da parte di una app: è finita lì?

iPhone tracciamento app

No. Nella scheda Privacy dell’app Impostazioni di iOS, a partire dall’aggiornamento software 14.5, troviamo l’opzione Tracciamento.

iPhone tracciamento app

Con un tocco su di essa possiamo accedere alla schermata Tracciamento dove abbiamo ulteriori possibilità di controllo, generale e specifico per app.

In questa schermata troviamo la lista delle app a cui abbiamo consentito il tracciamento, e qui possiamo gestire e modificare in qualsiasi momento la nostra scelta.

iPhone tracciamento app

Non solo. Possiamo anche disabilitare del tutto la Richiesta tracciamento attività: in questo caso iPhone ci chiederà cosa fare con le app precedentemente autorizzate.

Se questo controllo è disattivato del tutto, è come se dicessimo implicitamente a qualsiasi app di non eseguire il tracciamento, e di non chiedercelo nemmeno.

Il link Altre info nella schermata Tracciamento visualizza una spiegazione della funzionalità di App Tracking Transparency di Apple e cosa succede in caso di autorizzazione (o non autorizzazione) al tracciamento delle attività.

iPhone tracciamento app

Gli sviluppatori, oltre a dover includere il supporto per questa funzione nelle loro app, devono ora anche compilare le informazioni sul trattamento dei dati e sulla privacy dell’apposita sezione della scheda dell’App Store.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php