Previsioni al ribasso per Toshiba, Fujitsu e Nec

Un’ancora traballante ripresa delle vendite per quanto concerne chip e personal computer mette a dura prova le previsioni per l’intero anno fiscale dei tre vendor giapponesi.

Stando agli analisti di mercato, lo scivolone
registrato nelle vendite di chip e personal computer in quest'ultimo periodo,
potrebbe costringere produttori come Toshiba, Fujitsu e Nec ad annunciare
perdite superiori al previsto.
Sempre secondo gli esperti, sia Toshiba, sia
Fujitsu - entrambe in procinto di chiudere l'anno fiscale 2001 il prossimo 31
marzo - potrebbero riportare perdite record, nonostante i promettenti risultati
registrati nello scorso trimestre. Idem per Nec, in profitto già dal quarter
aprile-giugno dello scorso anno, ma a rischio per quest'ultimo trimestre nel
quale potrebbe registrare perdite superiori alle attese.
L'incremento delle
vendite registrato nel mercato delle console per videogame e delle
apparecchiature digitali non sembra aver coinvolto il mercato pc, in crisi
ormai da oltre un anno.
Una crisi che a Toshiba costerà, presumibilmente, 239
miliardi di yen, rispetto ai 200 preventivati per l'intero anno fiscale 2001, e
che per Fujitsu si trasformerà in qualcosa di più, visto che nel suo
caso le perdite attese sono nell'ordine dei 348 miliardi di yen. Anche Nec
non si salva, e comincia a vedere i 150 miliardi di perdite attese
trasformarsi in 186 miliardi, ovvero il 24% in
più.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome