Portatili “estremi”: arriva il Porsche Design Book One

porsche design book one

Vi piace il MacBook Pro da 13 pollici ma vorreste qualcosa di più estremo dal punto di vista del design? Non sappiamo se sarebbe piaciuto a Steve Jobs, che amava il design un po' "tedesco", o se avrebbe il beneplacito di Jony Ive, però il Porsche Design Book One che è stato presentato al Mobile World Congress di Barcellona ha qualche freccia al suo arco dal punto di vista della progettazione.

Il Porsche Design Book One fa notizia perché è il primo di una serie di prodotti di informatica a marchio Porsche, almeno a quanto si capisce dal fatto che fa nascere una nuova categoria di dispositivi denominata Porsche Design Computing. L'idea è evidentemente quella di combinare la tecnologia con un marchio "lifestyle", puntando a un pubblico un po' di nicchia.

pd_book_oneQualche spunto per Apple? A Cupertino non hanno mai amato i convertibili con la tastiera che ruota a 360 gradi (anche se le cerniere sono ispirate alla trasmissione di una sportiva, dice Porsche Design) quindi la concezione complessiva del modello probabilmente non piacerebbe. Però il display da 13,3 pollici con risoluzione di 3.200 x 1.800 pixel sembra interessante e soprattutto è accoppiato con (volendo) un processore Intel Core i7 di settima generazione, 512 GB di storage SSD e 16 GB di RAM.

Completano la dotazione un buon set di porte USB (tra Type-C, USB 3.0 e USB 3.1 Type-C con supporto a Thunderbolt 3), Wi-Fi, Bluetooth e identificazione biometrica attraverso la telecamera frontale. Il prezzo non è certo popolare, dato che per avere il Porsche Design Book One bisogna essere pronti a sborsare minimo 2.495 euro.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome