Home Digitale Podcast: guida alle piattaforme di distribuzione, seconda parte

Podcast: guida alle piattaforme di distribuzione, seconda parte

Continuando la lista che abbiamo presentato nell’articolo dedicato all’argomento (Podcast, guida alle piattaforme di distribuzione), offriamo un altro gruppo di soluzioni nate per semplificare la vita a chi decida di affrontare il podcast come sistema di comunicazione.

Leggi la prima parte della guida alle piattaforme podcast

Una curiosità: la vicinanza con il modo del broadcasting radiofonico è tale che molte delle realtà qui presentate possiedono URL che terminano con il suffisso .fm, proprio a sottolineare l’appartenenza con un dominio che si allontana dal concetto commerciale del .com o quello di valenza geografica (.it, .de ecc).

Anchor

Forse la piattaforma podcast gratuita più conosciuta pensata espressamente per il podcasting mobile. Si tratta in realtà di un servizio completo con cui è possibile modificare via web le proprie puntate gestendole direttamente da computer.

Anchor presenta una piattaforma pubblicitaria integrata, dotata di un sistema di modifica semplificata dei file audio, con la caratteristica di essere sottoposta a modifiche molto frequenti per migliorarne l’efficienza.

Nel prossimo aggiornamento presenteremo un ulteriore gruppo di piattaforme, situazione questa che lascia intendere quanto questo sistema di comunicazione che sta a cavallo fra la fruizione Internet e quella più squisitamente radiofonica si stia diffondendo in modo assolutamente “virale” (termine questo che sarebbe meglio evitare in questo momento, ma che spiega in modo perfetto il dilagare di un fenomeno come quello dei podcast)

Captivate

Per chi intenda avvalersi di un sistema semplificato di Analytics e – soprattutto – per chi voglia sentirsi seguito nelle attività di pubblicazione del proprio podcast, Captivate, piattaforma di costituzione relativamente recente messa in atto da una serie di specialisti di podcast, mette a disposizione una delle più interessanti ed efficienti soluzioni presenti sul mercato.

L’aspetto che forse colpisce di più di Captivate è che, avvalendosi del servizio di abbonamento di base, le funzioni principali rimangono pressoché le stesse degli abbonamenti a prezzo più elevato. Il servizio dedica una particolare attenzione alle analisi sulla fruizione dei contenuti ospitati:, da una panoramica dei download alla media degli stessi in un periodo indicato, dalle tendenze giornaliere (quantità di download totali che la puntata ha avuto in ogni giorno) ai sistemi di ascolto utilizzati (ad esempio, i podcast di Apple, Spotify, Overcast, ecc.).

La cosa interessante è che lo staff di Captivate sottopone ad accurata analisi i commenti degli utenti, implementando in tempi abbastanza rapidi suggerimenti e consigli determinando un miglioramento continuo del servizio.

podcast

Fireside

Sistema semplificato di migrazione del materiale conservato presso un host differente (Libsyn, Simplecast e Soundcloud), un valido sistema di analytics, con la possibilità di inserire sul proprio sito il lettore audio diretto del proprio podcast.

Esiste naturalmente una versione libera di prova, ma Fireside dà il proprio meglio con la versione a pagamento ($ 19 al mese).

 

Megaphone

Se si desidera invece avviare un sistema organico di podcast per conto di una grande azienda, Megaphone è sicuramente la piattaforma più esaustiva. Sia che si operi come produttore, sia come azienda che abbia finalità di promozione commerciale, Megaphone può essere la piattaforma ideale. Non si tratta, come si può ben capire, di una classica piattaforma che ospita programmi di qualsiasi tipo di utenza, ma un sistema di servizi alle aziende, basati su contatti consulenziali approfonditi e personalizzati.

Red Circle

Uno dei servizi host più interessanti al momento. Fondato recentemente (febbraio 2019) Red Circle è ben presto divietato un sistema di hosting abbastanza frequentato soprattutto perché è dedicato a un pubblico semiprofessionale, dando anche la possibilità di promuovere la propria attività direttamente all’interno della piattaforma. Un recente aggiornamento (novembre 2019) consente inoltre di poter utilizzare a titolo gratuito l’inserzione dinamica degli annunci.

La piattaforma consente inoltre di migliorare le proprie attività commerciali mettendo a disposizione degli iscritti tutorial e white paper dedicati alla monetizzazione delle attività di podcast e allo sfruttamento

Whooshkaa

Nome esotico per una piattaforma tutta australiana. Lo staff di Whooshkaa mette a disposizione spazi pensati alla immediata monetizzazione mediante banner e contenuti pubblicitari.

Gran parte della loro attenzione sembra essere dedicata alla loro piattaforma di annunci dinamici che personalizza gli annunci in base alla posizione dell’ascoltatore e al genere del podcast.

Whokshkaa dispone di funzionalità di sintesi vocale, lettori personalizzabili, strumenti di condivisione e molto altro.

Leggi la prima parte della guida alle piattaforme podcast

Leggi l’articolo Podcast, cosa sono e come funzionano

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php