Per l’estate l’architettura Pentium 4 su Celeron e chip mobile

Un po’ in anticipo sul previsto Intel dovrebbe portare la nuova tecnologia a 0,13 micron su tutti i chip per desktop e notebook. Slitta invece al 2003 il passaggio ai wafer da 12 pollici

Nello speech in cui ha commentato i risultati finanziari, Paul Otellini,
general manager dell'Intel architecture group, e da molti indicato come prossimo
Ceo della società, ha fornito alcune anticipazioni sulla roadmap
dell'azienda.


Su tutte ovviamente spicca l'introduzione sia a livello di segmento value che
mobile della piattaforma Pentium 4. Questo dovrebbe avvenire in un periodo
prossimo all'estate. A riguardo, Otellini ha fatto notare che tale operazione
consentirà di avere un unico tipo di scheda madre su cui gli utenti decideranno
quale processore montare. Un altro importante passo verso un'ulteriore
importante diffusione dell'architettura Pentium 4 dovrebbe essere il raddoppio
della cache "on die".


Nella seconda metà dell'anno vedranno invece la luce chipset per il Pentium 4
che integrano la sezione grafica. Infine, il tanto atteso shifting alla
tecnologia basata su wafer a 12 pollici dovrebbe slittare leggermente ed essere
posticipato all'inizio del prossimo anno.


In un accenno all'andamento delle vendite nel 2001, Otellini ha puntualizzato
che è stato di gran lunga superato il target previsto sui Pentium 4, ma
nell'ultimo trimestre le consegne di Celeron hanno superato quelle dei
processori di fascia alta.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome