Pc in leggera crescita nel primo trimestre

Ma la seconda metà dell’anno potrebbe andare ancora meglio

20 febbraio 2003 Secondo Dataquest, nel primo trimestre dell'anno, le vendite mondiali di pc dovrebbero raggiungere i 33,2 milioni di unità, in crescita del 4,8% rispetto al pari periodo del 2002.
Ma per la fine dell'anno, le vendite dovrebbero arrivare a raggiungere i 138,7 milioni di unità, cosa che rappresenterebbe un incremento del 7,9% sull'anno precedente.
Naturalmente, la società sottolinea che le incertezze sono davvero tante, sia per quanto concerne l'effettiva ripresa economica, sia, soprattutto per la possibile guerra in Iraq.
"Nel 2003, il confronto tra Stati Uniti e Iraq - dichiara Dataquest - sarà l'elemento che maggiormente influenzerà i tempi e i modi della ripresa economica. Più forte è la tensione, più instabile è il prezzo del petrolio e dunque ancor più negativo è l'impatto sulle condizioni economiche generali". E, ovviamente, questa situazione non può che scoraggiare sia i consumatori, sia le aziende.
Ma c'è qualcosa in più del prolungarsi di una situazione di incertezza. Secondo Dataquest, manca una killer application in grado di spingere il rinnovo dei parchi installati. Emergono, sì, nuovi driver, ma nessuno ha la forza di accelerare le vendite. E così, i consumatori restano estremamente focalizzati sul prezzo, senza dimenticare che le prestazioni attualmente disponibili eccedono le necessità di chi in genere limita le proprie attività a e-mail, web-surfing e word processing.
Per questo motivo, sempre secondo Dataquest, piuttosto che acquistare una nuova macchina, gli utenti finiscono per sostituire o aggiungere componenti.
Per quanto concerne invece le aziende, esiste un buon parco di pc acquistati per rispondere alle esigenze di aggiornamento dell'Anno 2000 che stanno giungendo a fine vita. Finora questi rinnovi sono stati procrastinati, ma nel momento in cui si dovesse notare un'ondata di riacquisti presso i large account, Dataquest è convinta che sarà il segnale dell'inizio della ripresa.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here