Oracle: trimestrale meglio del previsto

Superate le previsioni degli analisti, l’utile trimestrale si attesta sui 9 cent ad azione. Nessun commento da parte della società, colpita dagli attentati al Wtc di New York

I risultati della ristrutturazione si fanno sentire. Ed Oracle, che nei mesi scorsi aveva annunciato una nuova strategia fortemente orientata al contenimento dei costi, ha comunicato risultati superiori alle aspettative per il trimestre chiuso il 31 agosto scorso.

Colpita dagli attentati dell’11 settembre, la società di Larry Ellison ha rimandato a un secondo momento la conferenza di presentazione e commento dei dati, limitandosi a presentarne la sostanza. Gli utili trimestrali si sono attestati a 511 milioni di dollari, vale a dire 9 cent ad azione, 1 cent in più rispetto agli 8 cent delle previsioni. In lieve calo, come da warning, il fatturato, che è passato da 2,261 a 2,242 miliardi di dollari. Le vendite di licenze sono calate del 10%, passando da 807 a 731 milioni di dollari, mentre il comparto servizi ha registrato un +3,8% da 1,45 a 1,51 miliardi di dollari.

Quanto alle manovre di contenimento dei costi, Oracle ha tagliato del 6,4% le spese nell’area vendite e marketing, ha abbattuto del 9,5% i costi legati ai servizi e del 7,6% le spese generali e amministrative. Ciò ha consentito un miglioramento del margine operativo, che passa dal 29 al 33%

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here