Home Oracle rende disponibile il Cloud Sovrano per l'Unione Europea

Oracle rende disponibile il Cloud Sovrano per l’Unione Europea

Il nuovo EU Sovereign Cloud di Oracle è pronto al via e aiuterà le organizzazioni del settore pubblico e privato dell’Unione Europea ad avere maggiore controllo sulla privacy e sovranità dei loro dati, secondo i requisiti UE.

Oracle EU Sovereign Cloud – tra le prime offerte cloud specificamente progettate per allinearsi al nuovo scenario normativo europeo – offre ai clienti servizi e funzionalità delle regioni cloud pubbliche di Oracle Cloud Infrastructure (OCI) per eseguire tutti i loro carichi di lavoro, allo stesso prezzo e con le medesime condizioni di supporto e livelli di servizio (SLA). Il Cloud Sovrano di Oracle per la UE di è collocato interamente all’interno dell’UE, è affidato a personale basato in Unione Europea ed è gestito da entità giuridiche distinte, di diritto UE. Nel quadro della strategia per il cloud distribuito di OCI, Oracle EU Sovereign Cloud offre una nuova opzione per aiutare a rispettare i requisiti normativi, a complemento delle strategie di cloud ibrido e dedicato.

Oracle EU Sovereign Cloud ben si adatta alle esigenze di aziende digitali che operano in settori fortemente regolamentati. I clienti con dati e applicazioni sensibili, regolamentate o di importanza geografica strategica e i carichi di lavoro che rientrano nei requisiti UE in materia di privacy e sovranità dei dati, come il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR), possono ora passare al cloud. Il Cloud Sovrano di Oracle per la UE sosterrà la trasformazione digitale in settori critici come la sanità, i servizi finanziari (ad es. il mondo bancario e assicurativo), le telecomunicazioni e il settore pubblico perché i dati dei clienti che sono ospitati al suo interno rimangono entro i confini di stati membri dell’UE e le relative regioni cloud sono operate esclusivamente da personale basato nell’Unione Europea. Per maggiori dettagli visitare: www.oraclecloud.eu.

Image”La crescente importanza data alla protezione e alla localizzazione dei dati ha cambiato radicalmente lo scenario tecnologico dell’Unione Europea e ha aumentato la domanda di soluzioni di cloud sovrano in grado di conservare in modo sicuro dati sensibili dei clienti e rispettare normative come il GDPR” ha dichiarato Richard Smith, Executive Vice President, Technology, EMEA, Oracle. “Il nostro obiettivo è andare inconto alle esigenze dei clienti ovunque essi si trovino nel loro percorso verso il cloud; grazie a Oracle EU Sovereign Cloud, i clienti che operano in settori altamente regolamentati e quelli soggetti a specifiche normative nazionali possono ora accelerare le proprie strategie cloud”.

L’offerta ha gli stessi servizi del cloud pubblico di Oracle, allo stesso prezzo

Oracle EU Sovereign Cloud è disponibile ai Clienti nei 27 stati membri dell’UE e a livello globale e offre tutti gli oltre 100 servizi cloud disponibili nel cloud pubblico di Oracle, senza costi aggiuntivi per le funzionalità legate alla sovranità dei dati e con gli stessi livelli di servizio garantiti (SLA) in termini di prestazioni, gestione e disponibilità. I clienti Oracle possono inoltre accedere ad altri programmi a loro rivolti come Oracle Support Rewards (NdR un programma che offre valore aggiunto ai clienti di software on-premise di Oracle che utilizzino anche i servizi cloud OCI: In base al consumo dei servizi cloud, i clienti ottengono premi applicati in seguito come forma di pagamento per il supporto e l’aggiornamento della propria licenza software); inoltre, anche Oracle Fusion Cloud Applications Suite, attualmente disponibile nell’offerta EU Restricted Access (EURA), sarà presto disponibile entro Oracle EU Sovereign Cloud.

Oracle EU Sovereign Cloud aiuta le aziende dei settori regolamentati e le istituzioni pubbliche ad adottare nuove tecniche di intelligenza artificiale (AI), come l’AI generativa. Molte organizzazioni dovevano, infatti, affrontare ostacoli importanti che impedivano l’utilizzo delle offerte di AI generativa esistenti, tra cui la residenza dei dati e i requisiti normativi che impediscono di sfruttare l’infrastruttura di AI nel cloud pubblico, per sviluppare i modelli necessari per l’AI generativa. Con l’offerta dei servizi e delle funzionalità del cloud pubblico di Oracle, l’EU Sovereign Cloud consente oggi alle organizzazioni del settore pubblico di utilizzare l’infrastruttura AI in cloud in linea con i requisiti di residenza e sovranità dei dati dell’UE.

Progettato e gestito per rispettare i requisiti di privacy e sovranità dei dati dell’UE

Le nuove cloud region sovrane UE di Oracle adottano un complesso di politiche di governance che migliorano ulteriormente la capacità già presenti in OCI di garantire residenza dei dati, sicurezza, privacy e conformità. Queste policy includono un framework specifico per dati e sovranità operativa, che riguarda anche le modalità di conservazione e gestione dell’accesso ai dati in OCI e la gestione dell’accesso ai dati da parte di entità esterne all’UE. I datacenter che ospitano Oracle EU Sovereign Cloud si trovano in UE (a Francoforte, in Germania e a Madrid, in Spagna); proprietà e gestione delle infrastrutture fanno capo a persone giuridiche di diritto europeo, di proprietà di Oracle, separate e costituite all’interno della UE, e il cui personale operativo e addetto all’assistenza clienti è composto da lavoratori residenti nell’ Unione Europea.
Oracle EU Sovereign Cloud si basa sui programmi di compliance già esistenti in Oracle Cloud, che permettono ai clienti di dimostrare la loro aderenza alle normative di settore e regionali. E’ inoltre conforme alle normative di monitoraggio dell’UE e alle linee guida che limitano i trasferimenti di dati fuori dai confini dell’Unione Europea (come la sentenza Schrems II della Corte di Giustizia UE e le indicazioni dell’European Data Protection Board).

Inoltre, l’estesa rete di partner OCI FastConnect locali e globali, che sono più di 85, offre alla organizzazioni una connettività dedicata alle Oracle Cloud Region e ai servizi OCI. Digital Realty è il partner host della sede di Madrid della EU Sovereign Cloud, mentre Equinix è il partner per la sede di Francoforte. I partner FastConnect disponibili al momento del lancio del Cloud Sovrano UE sono Arelion, DE-CIX, Digital Realty, Equinix e InterCloud.

Un’architettura separata che consente di mettere al sicuro i dati e rafforzare la sovranità

Il Cloud Sovrano di Oracle per la UE è progettato per la residenza e la sicurezza dei dati, con un’architettura che non condivide alcuna infrastruttura con le cloud region commerciali di Oracle nell’UE, né possiede alcuna connessione di backbone con le altre regioni cloud di Oracle. L’accesso dei clienti a Oracle EU Sovereign Cloud viene gestito separatamente dall’accesso alle regioni cloud commerciali di Oracle.

Oracle EU Sovereign Cloud è stato progettato per garantire un’elevata disponibilità in ogni cloud region ed è composto da due cloud region così da avere anche le architetture di disaster recovery entro i confini dell’Unione Europea. Ognuna delle due cloud region contiene tre fault domain, per evitare di raggruppare i carichi di lavoro sugli stessi hardware fisici. Di conseguenza, un guasto hardware o un’attività di manutenzione in uno solo dei fault domain non avrà impatto sulle istanze collocate negli altri fault domain.

Oracle EU Sovereign Cloud ha operatività, funzioni di supporto e policy distinte da quelle del cloud commerciale Oracle, il che aiuta a a snellire e semplificare le procedure per la conformità alle linee guida e ai requisiti di privacy e sovranità dei dati dell’UE. Inoltre, garantendo che i dati dei clienti siano mantenuti all’interno dell’Unione Europea senza dover attuare ulteriori e complesse configurazioni di policy, il Cloud Sovrano di Oracle per la UE velocizza l’implementazione dei progetti cloud e ne riduce, allo stesso tempo, i rischi.
Il nuovo External Key Management Service di OCI fornisce un ulteriore livello di protezione dei dati e aiuta i clienti a soddisfare i requisiti di conformità

Per aiutare i clienti a proteggere ancora meglio i propri dati e rispettarne tutti i requisiti di sovranità, OCI introduce due nuovi servizi di gestione disponibili in tutte le Oracle Cloud Region, tra cui anche quelle del Cloud Sovrano UE: OCI Dedicated Key Management Service e OCI External Key Management Service.

OCI External Key Management Service è realizzato in collaborazione con Thales Group e consente di crittografare i dati all’interno di OCI utilizzando chiavi di cifratura create e gestite dal cliente al di fuori di OCI. Queste chiavi di crittografia rimangono sempre in possesso del cliente e non vengono mai importate all’interno di OCI, il che consente ai clienti di spostare sul Cloud Sovrano UE di Oracle i carichi di lavoro regolamentati che richiedono il controllo sull’archiviazione fisica delle chiavi, al di fuori del cloud. OCI Dedicated Key Management dà ai clienti il controllo sulle loro chiavi di cifratura attraverso una soluzione Hardware Security Module (HSM) dedicata e mono-cliente, il cui provisioning avviene in OCI.

I commenti di analisti, partner e clienti su Oracle EU Sovereign Cloud: IDC, Omdia, Ministero Finlandese, Telefonica, DXC, Kyndril

“IDC continua a registrare una crescita significativa nell’uso del cloud pubblico per carichi di lavoro mission-critical in tutti i principali settori. Allo stesso tempo, anche le leggi sulla protezione dei dati e altre normative che richiedono la compliance continuano a evolversi” ha dichiarato Rahiel Nasir, Associate Research Director, European Cloud Practice, IDC. “Tutto ciò impone alle organizzazioni una maggiore visibilità e un maggiore controllo sugli asseti dati strategici nelle loro operazioni. I servizi cloud sovrani, come EU Sovereign Cloud di Oracle, sono progettati per offrire alle aziende maggiore controllo e protezione dei propri asset di dati critici. Mirano, inoltre, ad aiutare a rispettare le regole di residenza dei dati e i requisiti normativi, continuando a sfruttare appieno i vantaggi del cloud e della trasformazione digitale”

“I dati in possesso di Omdia evidenziano che le organizzazioni stanno adottando sempre di più strategie cloud come le infrastrutture multicloud. Questo approccio sta aiutando le aziende europee a digitalizzare l’operatività e a innovare. Però, l’avvento del multicloud presenta nuove sfide – specie per le aziende che sono maggiormente interessate dalle normative sui dati o sul controllo giurisdizionale degli stessi” ha dichiarato Roy Illsey, chief analyst, Omdia.Oracle EU Sovereign Cloud risponde alle richieste di data privacy e di sovranità in tutti i 27 stati membri dell’Unione Europea ed è pensato per supportare le aziende di settori fortemente regolati , che vogliono avere cura di dati sensibili, applicazioni e carichi di lavoro che ricadono entro le normative di privacy Europee.”
Avere accesso a servizi cloud con data center che si trovano nell’UE e che sono gestiti, aggiornati e supportati da personale residente entro i suoi confini, mantenendo allo stesso tempo l’isolamento rispetto alle region cloud esterne all’Unione Europea, è una parte importante della nostra strategia di adozione del cloud. Questo ci aprirà la possibilità di adottare infrastrutture, piattaforme e software as a Service per il governo finlandese”, ha affermato Jarkko Levasma, CIO e Direttore Generale del Ministero delle Finanze della Finlandia.

Oracle è uno dei partner strategici di Telefonica Tech e collaboriamo su numerosi progetti cloud che sostengono la digitalizzazione dell’economia” ha dichiarato María Jesús Almazor, CEO, cloud & security di Telefónica Tech. “L’impegno di Oracle per la Spagna con il lancio di una region sul nostro territorio, e le strategie per il cloud sovrano in Europa sono ottime notizie per i nostri clienti in tutta l’Unione Europea, perché la sovranità è essenziale per la digitalizzazione dei settori regolati”.

“Come DXC ci congratuliamo con Oracle per il lancio di EU Sovereign Cloud. Questa iniziativa elimina le barriere all’adozione di servizi cloud da parte di clienti che finora non hanno potuto servirsene, perché erano soggetti a severe restrizioni di compliance sul trattamento dei dati” ha dichiarato Jorge Pastana, alliances & cloud business development director, DXC Technology. “Con questa nuova offerta Oracle facilità ancor di più l’accesso a soluzioni sicure e di alta qualità, che permettono a organizzazioni pubbliche e private di sfruttare pienamente i vantaggi del cloud senza compromettere l’integrità e la confidenzialità delle informazioni. E’ un risultato rilevante che alimenterà l’evoluzione tecnologica e rafforzerà la fiducia nel digitale”.

“Questo è un annuncio importante che ha grande significato per l’alleanza tra Oracle e Kyndril e ci aiuterà a fare leva sulle tecnologie cloud Oracle. Rimuoverà alcune delle barriere all’adozione del cloud pubblico grazie al concetto di cloud sovrano e rispetterà le normative e la governance dei dati” ha dichiarato David Soto, president, Spain and Portugal di Kyndryl. “In Kyndril crediamo che questo annuncio e la nostra solida partnership ci permetteranno di aiutare i nostri clienti e rafforzare la nostra posizione di leader nel mercato della gestione dei sistemi mission-critical e dei servizi di trasformazione”.

Oracle Cloud: una presenza in crescita a livello globale

Il nuovo EU Sovereign Cloud si inquadra nella strategia OCI per il cloud distribuito. OCI può soddisfare le necessità dei clienti grazie a servizi cloud in location specifiche con prestazioni, sicurezza, compliance e modelli operativi flessibili. Oracle offre un set ampio e coerente di servizi cloud in 44 region cloud commerciali e governative in 23 paesi per soddisfare le esigenze della sua sempre più ampia base clienti globale. OCI attualmente gestisce 37 cloud region commerciali e sette region governative, oltre a numerose dedicated region (NdR regioni cloud dedicate, erogate all’interno del perimetro fisico delle infrastrutture datacenter del cliente) e a region dedicate alla sicurezza nazionale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

Iscriviti alla newsletter

css.php