Obiettivo Borsa per Cdm TecnoConsulting

L’azienda ha previsto di tentare, in estate, la via della quotazione al Nuovo Mercato per finanziare la propria strategia di espansione internazionale.

Il bagno di sangue cui si è assistito al Nuovo Mercato dalla seconda metà del 2000 a tutto lo scorso anno ha indotto diverse società a fare dietro front riguardo il discorso quotazione. Però negli ultimi tempi qualcuno sta ripensando ad andare in Borsa. Tra questi troviamo Cdm TecnoConsulting, che ha in previsione di quotarsi per giugno-luglio. «Non siamo gli unici - ha affermato Antonio Riso, amministratore delegato della società - a ritenere che il periodo peggiore potrebbe essere passato. Il Nuovo Mercato non è finito, anzi, sta iniziando adesso a crescere e sembra sia destinato a diventare uno dei mercati di riferimento».
Alle parole di Antonio Riso hanno fatto eco quelle di Antonio Carta, presidente della società: «Siamo un'azienda della old economy e il listino tecnologico si è mostrato ricettivo verso le aziende solide, che hanno già avviato una strategia di internazionalizzazione».

L'obiettivo di Cdm TecnoConsulting è quello di quotarsi per finanziare la propria strategia di espansione internazionale, iniziata nel 2001 con l'apertura della sede svizzera di Losanna. Lo scorso febbraio la società ha poi portato a termine l'acquisizione di due aziende spagnole che operano in sinergia nel settore del Collaborative Engineering. Le due realtà sono le principali società di rivendita e consulenza per i prodotti SolidWorks e SmarTeam (e in misura inferiore sui prodotti di CoCreate) della penisola Iberica e la loro acquisizione rientra nel quadro strategico di espansione di Cdm TecnoConsulting all'interno del midmarket manifatturiero, che è poi il mercato di riferimento per l'azienda emiliana.
Per sua ammissione, Cdm TecnoConsulting si pone sul mercato It come "one stop-shop provider", ossia ha un approccio integrato che segue il cliente in tutte le fasi del progetto. L'azienda annovera attualmente un organico di 220 persone tra dipendenti e collaboratori, 190 delle quali in Italia. La struttura è composta da sei società specializzate (incluse le due oggetto dell'acquisizione), otto sedi (quella centrale è a Sorbolo, mentre le altre si trovano a Bologna, Milano, Padova, Parma, Losanna, Madrid e Barcellona). Cdm TecnoConsulting può contare su un parco clienti di circa 1.000 aziende, che nel 2001 hanno consentito di realizzare un fatturato proforma (stimato) pari a circa 28 milioni di euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here