Nuovi tagli per Ibm dopo l’acquisizione di Pwc

Le riduzioni dovrebbero interessare circa 4.000 dipendenti e sarebbero conseguenti all’acquisizione delle attività di consulenza di PricewaterhouseCoopers.

3 settembre 2002 Per ora sono solo indiscrezioni, non confermate
ufficialmente. Si torna a parlare di tagli in casa Ibm e questa volta in
predicato sarebbero circa 4.000 posti di lavoro che la società si troverebbe ad
eliminare in seguito all'acquisizione delle attività di consulenza di
PricewaterhouseCoopers.
I tagli dovrebbero interessare lavoratori in
organico a entrambe le società (30.000 i dipendenti provenienti da Pwc, 50.000
quelli della divisione Business Innovation Services di Ibm), anche se nulla è
ancora stato definito.
Secondo quanto pubblicato da Bloomberg e dal Wall
Street Journal, la riduzione d'organico potrebbe aver luogo nel quarto trimestre
dell'anno, una volta formalmente conclusa l'acquisizione. I tagli dovrebbero
interessare soprattutto l'area del supporto, mentre non sarebbero in discussione
i dipendenti che hanno rapporto diretto con i clienti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here