Nuova versione per Vmware Workstation con SuSe

Con la 3.0 è possibile la coesistenza di ambienti Windows XP e Linux. Migliorata anche l’interfaccia grafica.

VMware Workstation 3.0 supporta Windows XP e ne consente l'avvio in una console virtuale in ambiente Linux o viceversa, garantendo, in tal modo, l'utilizzo simultaneo di più sistemi operativi e delle rispettive applicazioni su un unico PC. Anziché agire come un emulatore, VMware utilizza il sistema operativo specifico dell'applicazione, fornendo un buon livello di compatibilità e stabilità.
VMware Workstation 3.0 offre un'interfaccia grafica migliorata e intuitiva, il cui aspetto sarà particolarmente apprezzato dagli utenti di Windows XP. I più rilevanti aggiornamenti tecnici includono il supporto per dispositivi USB e SCSI all'interno dei sistemi guest; dai sistemi operativi guest è inoltre possibile accedere ai drive CD-ROM e DVD. Un'ulteriore innovazione risiede nella possibilità di connettere drive CD-ROM virtuali a file d'immagine ISO. Gli utenti possono inoltre configurare dischi virtuali IDE di dimensioni fino a 128 GB e dischi virtuali SCSI fino a 256 GB. Un NAT (Network Address Translation) incorporato facilita le connessioni Internet e di rete del sistema client VMware. La versione 3.0 offre infine migliori prestazioni, grazie alla revisione dell'uso della CPU, e accesso più rapido agli hard disk.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome