Novell, progetti per Linux e debutto del single sign-on

L’apertura dell’edizione europea di BrainShare è stata contrassegnata da novità sul fronte della sicurezza e dal passaggio all’open source degli Nterprise networking services.

9 settembre 2003 In occasione dell'annuale conferenza BrainShare, organizzata quest'anno a Barcellona, Novell ha presentato la nuova soluzione per la gestione delle procedure di autenticazione single-sign on e ha annunciato la data definitiva per il debutto della prima versione beta degli Nterprise networking services per Linux. A Barcellona l'azienda ha parlato anche di una nuova appliance interpiattaforma che consente alle sedi centrali di estendere i propri servizi di rete agli uffici periferici. Nsure SecureLogin 3.5 è la versione aggiornata del single sign on secondo Novell.

Le novità salienti di questa edizione sono il supporto delle applicazioni Java Swing e Awt, oltre all'estensioni ai client non Novell di funzionalità avanzate come l'identificazione biometrica. Secondo il responsabile tecnologico di Novell Alan Nugent, il supporto di Java è fondamentale perché «l'efficacia di un sistema per la gestione dei sistemi di accesso autenticati dipende dal numero di applicazioni con cui è possibile integrarsi. Viceversa il single sign on diventa un 'quasi single sign on'».


A metà ottobre verrà resa disponibile la prima versione beta per uso pubblico degli Nterprise Linux Services 1.0, la suite di servizi di condivisione file, stampa, messaggistica e directory per l'ambiente operativo Linux. Il primo annuncio relativo a questa applicazione era stata fatto lo scorso giugno e i grandi progressi compiuti sono anche il frutto della recente acquisizione della società Ximian, uno dei principali player nel mercato dei desktop per Linux. La futura suite Novell integrerà per esempio anche i servizi di management disponibili nella soluzione Red Carpet di Ximian.


Per quanto concerne l'altro prodotto annunciato nel corso di BrainShare, Nterprise Branch Office 2.0, la sua beta sarà anch'essa disponibile in ottobre. Questa appliance software supporta i sistemi Linux, Windows, e Novell NetWare e viene proposto alle aziende che desiderano estendere i servizi di rete alle sedi remote, tramite connessioni di tipo geografico. Grazie a Internet, precisa Novell, l'applicazione permette di fare a meno di costosi collegamenti dedicati.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome