Nikon D4S, la reflex professionale diventa più veloce e più versatile

Per la sua nuova reflex top di gamma, Nikon ha
deciso di usare la lettera “S” a indicare che si tratta di un'evoluzione e non
un prodotto totalmente nuovo. Perciò, nella nuova D4S è lecito aspettarsi molte
innovazioni rispetto alla D4, ma non una rivoluzione della fotocamera, che
invece con tutta probabilità arriverà con la futura D5. Vediamole in dettaglio
queste novità.

A caratterizzare la nuova D4S troviamo un nuovo sensore full frame da 16,2 Mpixel
ottimizzato per le foto in condizioni di scarsa luminosità, il nuovo processore
per l'elaborazione delle immagini Nikon
EXPEED 4
e un incremento dell'intervallo
ISO (che dallo “standard” 100-25.600
ISO può essere esteso fino a 409.600 ISO
equivalenti
). La maggiore velocità globale consente di aumentare di
un'unità gli scatti in sequenza (si passa da 10 a 11 al secondo). Questo, come
sottolinea il costruttore giapponese, rende la
D4S la fotocamera reflex con autofocus più veloce nella storia di Nikon
.

La D4S migliora anche la precisione e l'efficacia
del sistema AF a 51 punti di Nikon. Oltre
al Lock-On ottimizzato, a una funzione “Memorizza con l'orientamento” ampliata
e a nuove opzioni per le restrizioni della modalità AF, la D4S presenta un modo Area AF a gruppo completamente
nuovo, che permette di monitorare costantemente cinque diversi campi AF, spostabili
nella matrice a 51 punti in funzione delle esigenze di composizione.

Dotata di un corpo
camera interamente in metallo, la D4S offre un ritardo allo scatto di 42ms,
presentando
una nuova opzione per il formato RAW S,
consente un più rapido trasferimento delle immagini, operazione ulteriormente
facilitata dalla presenza di una porta Ethernet
Gigabit 100/1000TX.

Capace
di riprendere filmati D-Movie anche a
50p/60p
, la D4s permette di impostare la sensibilità e selezionare il
valore ISO massimo nel modo M, oltre a scegliere il formato di ritaglio del
sensore, controllare il diaframma motorizzato e regolare il tempo di posa.
Inoltre, la funzione di riduzione del
disturbo 3D riduce il disturbo casuale e l'effetto flicker
(sfarfallio
della luce) quando si effettuano riprese a sensibilità elevate. Come la D4,
anche la D4S offre tre formati di
ritaglio del sensore
, FX, DX e ritaglio nativo (circa 2,7x), oltre all'uscita HDMI a piena risoluzione senza
compressione
a dispositivi esterni. È possibile registrare simultaneamente
filmati HD a piena risoluzione nella fotocamera e con un registratore digitale
esterno tramite HDMI (un sostegno per cavo HDMI viene fornito con la fotocamera
per una connessione sicura). La registrazione
del suono
è stata migliorata attraverso
ulteriori opzioni per il controllo audio, tra cui la selezione dell'intervallo
di suoni (vento/voce) e la riduzione del rumore del vento in caso di
registrazione con il microfono incorporato.

Dotata di
due alloggiamenti card, uno per Compact Flash (UDMA
7) ad alta velocità e uno per le XQD ad alta velocità e capacità elevata, la
D4S usa un monitor LCD da 8 cm e 921k punti, antiriflesso, e una batteria agli
ioni di litio con una capacità di 2.500mAh (10,8 V) che assicura un'autonomia
di 3.020 scatti
.

In vendita dal prossimo mese di marzo, non ha
ancora un prezzo definito in euro. Per dare un ordine di grandezza, negli Stati
Uniti costerà 6.500 dollari.


Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome