Netbook: la marcia indietro di Amd

Un malinteso o un ripensamento? La società sembra aver cancellato il rivale di Atom dai suoi piani a medio termine.

Hanno tutta l'aria della marcia indietro le utilme dichiarazioni di Amd in materia di netbook.
Dopo le speculazioni circolate nelle scorse settimane su un possibile prossimo rilascio di nuovi processori destinati al mercato dei subnotebook, Amd frena bruscamente.

La società riconosce che si tratta di un mercato importante, riconosce che si tratta di un segmento in forte crescita, probabilmente ne riconosce anche la strategicità. Tuttavia non intende dedicarcisi. 

Su questo punto sembra tassativo il chief marketing officer della società Nigel Dessau. "Dobbiamo concentrarci su ciò che sappiamo fare meglio". E i processori per netbook non figurano in questo momento tra le eccellenze di Amd. "Terremo sotto controllo il comparto - sembra rassicurare Dessau - e prenderemo le necessarie decisioni quando sarà più maturo".

Va detto che una mezza promessa su un possibile competitor di Atom era scappata al nuovo Ceo Dirk Meyer proprio nei giorni del suo insediamento. Ma le turbolenze finanziarie nelle quali Amd continua a versare avranno convinto il nuovo manager e il suo staff a una rifocalizzazione su pochi business certi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here