Nel segmento domestico la battaglia si gioca sul terreno dei 2 megapixel

Gartner ritiene che il prezzo debba essere compreso tra i 200 e i 400 dollari. E così tutti i produttori fanno i salti mortali per rientrare in tale range

La tecnologia è ormai un fatto assodato, rimane il discorso del prezzo. Nel
settore delle fotocamere digitali tutti i principali produttori stanno dandosi
battaglia nel segmento dei modelli da 2 megapixel (l'ideale per crearsi in casa
foto nel classico formato 10 x 15). E la disputa sta avvenendo a suon di
prodotti che devono assolutamente avere un costo compreso tra i 200 e i 400
dollari. Secondo quanto sostiene Gartner, questo è infatti il range di prezzo
all'interno del quale i consumatori sono disposti a stare se devono acquistare
una fotocamera digitale. Ed è proprio in tale range che i produttori collocano
le loro novità.


I più recenti esempi in questo senso arrivano da Minolta e
Sony. La prima proposto la nuova Dimage X 399 dollari. Si tratta di una macchina
decisamente più piccola di una tradizionale 35 mm (le misure in cm sono 8,4 x
7,1 x 2) che dispone di uno zoom ottico 3x, di un flash integrato e di uno
schermo Lcd da 1,5 pollici.


Per certi versi, Sony ha voluto cercare di fare ancor meglio
di Minolta ed è riuscita a proporre una macchina da 3 megapixel (la Dsc-P71) a
400 dollari. Questo è un prodotto dotato di un particolare sistema per il
controllo dell'esposizione e della messa a fuoco: infatti, per definire la
corretta distanza, l'autofocus analizza tre zone distinte dell'immagine,
determina quale contiene il soggetto da fotografare e su questa si regola. Per
definire il corretto valore di esposizione, ogni frame è addirittura suddiviso
in 49 parti differenti.


La palma del prodotto con il miglior rapporto prestazioni/prezzo, almeno
valutando le caratteristiche, se la aggiudica però Kodak che
con la sua EasyShare Dx4900 è riuscita a realizzare una macchina da 4 megapixel
con uno zoom ottico 2x e con un costo di 399 dollari, ossia 100 dollari meno di
quanto Gartner riteneva potessero costare prodotti di questo tipo entro la fine
del corrente anno.


Panasonic ha invece un po' sforato. La sua nuova linea
Lumix, che comprende fotocamera da 2 a 4 megapixel, ha un prezzo base di 499
dollari. Però in questo caso a far lievitare il costo ha sicuramente contribuito
il fatto che l'ottica impiegata è marcata Leica.


 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here