Ncr e i partner “totemizzano” l’Italia

Il self service è la strada del futuro. L’esempio della soluzione di Gdo System presentata al meeting di Barcellona

Se il futuro sarà il self service (ovvero l'evoluzione del bancomat
sviluppato in una logica allargata a vari ambiti del commercio e
dell'hospitality), allora che i dealer si organizzino perchè ancora tanto c'è da
inventare in termini di soluzioni al pubblico.

Lo dicono al meeting Ncr

che vede in questi giorni riuniti, in quel di
Barcellona partner e clienti, dove sono state presentate diverse case history sia
sul self check out (tipiche le casse fai da te dei magazzini) sia sui chioschi
informativi.

E i rivenditori che

in quest'area combinano
caratteristiche di system integrator a quelle di software house, non si
fanno cogliere impreparati e addirittura scendono in campo proponendo alla
stessa Ncr delle soluzioni adatte al mercato italiano.

E' il caso della Gdo System di Caserta che
ha ideato un sistema di self ticket (questo anche il nome della soluzione)
proprio adattandolo su base tecnologica Ncr al sistema fiscale italiano e alla
gestione dell'euro. Lo hanno messo a punto per i traghetti della Tirrenia e ora
lo proporanno ai “colleghi”

rivenditori, sempre passando dall'approvazione di Ncr.

Un dealer che vende ad altri dealer?

“Probabilmente - spiega Mario Pezzoli
che presso la Gdo System si occupa di finanza e controllo - passeremo
attraverso il Gruppo Red
(che funge da distributore esclusivo per
l'Italia, ndr) e questa metterà a disposizione il nostro prodotto anche al resto
dei rivenditori Ncr”.

“Stiamo cercando di capire
come
operare al meglio”
spiega Barbara
Pasquinucci, che per l'area retail di Ncr si occupa di rapporti con il
canale, lasciando intendere che si tratta di un test, sia di prodotto (tra
l'altro nel giro di un anno la stessa Ncr dovrebbe mettere a punto un
totem simile) che di collaborazione con la rete indiretta.

Ma, lo stesso
Pezzoli ne è conscio

: “abbiamo una capacità produttiva di cinquecento pezzi
all'anno. Superare questa soglia per noi non sarebbe conveniente”.
Intanto, lo stesso rivenditore casertano sta
lavorando gomiti a gomito con un altro cliente, la Digitalpreziosi, che ha la
necessita di un totem ad hoc per scaricare suonerie da cellulare. A breve
dovrebbe essere messo a punto il prototipo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here