Home Apple My Eyes Only, cassaforte digitale per le informazioni riservate di iPhone

My Eyes Only, cassaforte digitale per le informazioni riservate di iPhone

Le 30 applicazioni essenziali

Orientarsi nel mare di app non è un’impresa facile. A volte addirittura così laboriosa da indurre a rinunciare anche quando si parla di un’esigenza di lavoro. Eppure, a differenza di quelle per giocare o per il tempo libero, trovare le soluzioni giuste per la propria aziende è un’operazione ormai imprescindibile per garantire la flessibilità e la reattività dettate dagli scenari attuali. Per questo, abbiamo pensato di passare in rassegna i cataloghi di app alla ricerca di trenta tra le quali trovare l’insieme ristretto ma indispensabile per la propria azienda.

La praticità dello smartphone è tale da indurre talvolta a sottovalutare i rischi legati al valore dei dati personali contenuti. Se inserirli a volte è indispensabile, per esempio per lo shopping online o per il mobile banking, altre volte si inseriscono  e si memorizzano  senza pracauzioni anche quando non indispensabili, esponendosi maggiormente al rischio di furti. Per gli utenti iPhone, un rimedio molto diffuso è My Eyes Only.

Qualcosa di più di un sistema per memorizzare password e altre informazioni. Una sorta di cassaforte digitale, se non impossibile, almeno molto difficile da scardinare.

Cifratura ai massimi livelli

My Eyes Only infatti, utilizza una cifratura a 256 bit AES, vale a dire tre le più difficili da superare. Dalle credenziali per i siti Web, ai numeri di carta di credito, tutto può essere tenuto sullo smartphone in sicurezza e con la garanzia di riuscire ad accedervi senza dover ricorrere a contorte combinazioni e ragionamenti o il classico libretto.

L’app si affida infatti al cloud per conservare i dati e renderli disponibili per future sincronizzazioni, con la stessa sicurezza con quale vengono trasmessi. Altro aspetto altrettanto importante, rendendoli disponibili in qualsiasi situazione e da qualsiasi dispositivo Apple in totale tranquillità.

I dati possono essere organizzati per categorie, all’occorrenza anche personalizzate. Per chi ha difficoltà nell’utilizzare la testiera virtuale di iPhone, è anche possibile sfruttarne una reale collegata via Bluetooth, diminuendo anche la possibilità di errore.

Al sicuro anche da situazioni imbarazzanti

Anche in caso di furto, le preoccupazioni non vanno oltre il dispositivo. Mentre i dati rubati restano comunque cifrati e quindi quasi inaccessibili, per recuperarli basta collegarsi da un altro dispositivo e avviare la sincronizzazione.

L’utilizzo dell’app prevede un canone mensile di 3,99 dollari. Se sottoscritto su base annuale, l’ammontare è di 29,99 dollari.

Infine My Eyes Only non trascura anche le situazioni più delicate. Per chi nello smartphone conserva foto molto riservate, anche di livello personale, è possibile includerle nella protezione con il modulo dedicato Photo Safe, contando sempre sull’affidabilità della cifratura, grazie alla quale saranno visibili solo al legittimo, o ai legittimi, proprietari.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php