Motorola razr

Il nuovo Motorola razr rappresenta l’evoluzione dell’iconico flip phone che divenne un best seller mondiale tra i telefoni cellulari a conchiglia. Una evoluzione che modernizza chiaramente il prodotto, ma preservando le peculiarità di un design che ha in qualche modo segnato un’epoca della telefonia mobile.

Motorola ha sottolineato di aver ideato e collaudato, nelle fasi iniziali di ricerca e sviluppo, oltre 20 differenti prototipi, per trovare la quadra nell’evoluzione del razr. I progettisti sono dunque partiti dal design a conchiglia che, secondo l’azienda, oltre riprendere l’aspetto familiare, si rivela anche una soluzione perfetta per soddisfare la fondamentale esigenza della portabilità.

Allo stesso tempo, era necessario evitare di rinunciare del tutto all'esperienza dei display di grandi dimensioni a cui gli utenti, evidenzia ancora Motorola, attribuiscono grande importanza. I progettisti si sono dunque messi al lavoro per studiare la soluzione dello schermo flessibile.

Il risultato si è concretizzato nel nuovo Motorola razr, che si presenta come smartphone a conchiglia con un display flessibile. Un display che è in grado di piegarsi del tutto, offrendo un’esperienza d’uso allo stesso tempo familiare e innovativa.

In controtendenza con il trend degli smartphone che diventano sempre più grandi, razr non rinuncia alla sua natura di dispositivo compatto. Il display Quick View interattivo esterno da 2,7" consente di interagire con le informazioni essenziali anche in movimento, restando connessi e senza doversi fermare.

Con questo è possibile chiamare, rispondere ai messaggi, effettuare pagamenti, ascoltare musica, scattare selfie, usare Google Assistant e accedere a comandi personalizzati, come ad esempio attivare o disattivare Bluetooth, Wi-Fi, Hotspot e molto altro. Il tutto, senza dover aprire il telefono.

Quando si sente il bisogno di un'esperienza immersiva, il display Flex View da 6,2" con rapporto 21:9 offre all’utente uno schermo ampio, capace di ospitare tutte le funzionalità a cui siamo abituati. Basta poi chiudere il razr per poter sfruttare di nuovo i vantaggi del design sottile e portatile, dalle dimensioni ideali da tenere in tasca, nonché elegante.

Nel corso dello sviluppo di razr, ha spiegato Motorola, l’azienda ha riscontrato i limiti della tecnologia attualmente disponibile per i display flessibili e ha scelto di intraprendere una direzione nuova, brevettando la prima cerniera zero-gap.

Grazie a questo sistema, entrambi i lati del display flessibile rimangono perfettamente a filo quando il telefono è chiuso, proteggendo così lo schermo da polvere e impurità. È stata inoltre reingegnerizzata l'antenna per inserirla in uno spazio due volte più piccolo rispetto a quello degli smartphone attuali. Oltre a questo, il dispositivo è stato rivestito in modo da renderlo idrorepellente (ma attenzione: non è impermeabile).

Come riporta il sito di Motorola Italia, il Motorola razr sarà disponibile in prevendita a partire dal 4 dicembre, a un prezzo al pubblico consigliato di 1.599,00 euro.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome