Migliorano gli utili di Hp

Nel primo trimestre d’esercizio, il fatturato resta al di sotto delle aspettative degli analisti, ma la razionalizzazione dei costi aiuta il risultato complessivo.

26 febbraio 2003 Bene gli utili, che ricevono una buona spinta verso l'alto
grazie alle manovre di riduzione dei costi. Un pochino al di sotto delle
aspettative degli analisti, invece il fatturato. Questi i dati salienti del
primo trimestre dell'esercizio 2003 di Hp,
chiuso il 31 gennaio scorso.
La società ha registrato utili per 271
milioni di dollari
, 24 cent ad azione, su un fatturato di 17,9
miliardi
. Esclusi alcuni amortamenti e spese, l'utile sarebbe stato di
877 milioni, pari a 29 cent ad azione e dunque perfettamente in linea, se non
addirittura al disopra dei 28 cent azione previsto dagli analisti.
Per quanto
riguarda il fatturato, si è fermato appena al di sotto di quei 18,5 miliardi
previsti da First Call. Adeguamento comunque annunciato con il warning lanciato
a dicembre, con il quale la stessa Hp aveva annunciato incrementi
compresi tra il 2 e il 4% rispetto all'anno precedente.
Per il
trimestre in corso, la società dichiara di aspettarsi utili per 27 cent ad
azione, cifra dalla quale non si discostano gli analisti di First
Call. 
Analizzando la composizione del fatturato, la divisione
imaging & printing
ha riportato utili operativi per 907 milioni di
dollari, in calo del 4% rispetto al trimestre precedente, su vendite
di fatto ferme a 5,6 miliardi.
Migliora il Personal System
Group
, che passa da una perdita di 68 milioni a un utile di 33 milioni
di dollari, su un fatturato di 5,1 miliardi, a sua volta in crescita del
2%.
Più contenute le perdite dell'Enterprise System Group,
che passa da 129 a 83 milioni di "rosso", su un fatturato comunque in perdita
del 6% a 3,7 miliardi, a causa delle difficoltà sui mercati statunitense e
latino americano.



 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here