Il rilascio dell’Aggiornamento di Windows 10 ottobre 2018 era stato temporaneamente sospeso da Microsoft a causa di alcune segnalazioni.

L’azienda aveva deciso di indagare sui report di alcuni utenti che segnalavano la sparizione di file dopo l'aggiornamento.

Naturalmente la perdita di dati è un problema molto serio, anche se si tratta solo di pochi casi isolati. Per questo Microsoft ha deciso precauzionalmente di ritirare l’update 1809 da tutti i canali di rilascio.

Ora arriva il passo successivo verso il nuovo rilascio dell’aggiornamento di Windows 10 ottobre 2018.

La versione aggiornata dell’update è stata infatti fornita alla comunità Windows Insider.

Verranno studiati con attenzione i risultati, il feedback e i dati diagnostici degli Insider prima di intraprendere ulteriori passi verso il rilascio pubblico.

Il problema dell’aggiornamento di Windows 10

L’indagine condotta dagli ingegneri Microsoft a quanto pare ha identificato il problema, spiegato in un post sul blog. Questo si verificava se il Known Folder Redirection (KFR) era stato precedentemente abilitato, ma i file erano rimasti nel percorso originale invece di essere spostati nella nuova posizione reindirizzata.

KFR è il processo di reindirizzamento delle cartelle note di Windows, tra cui Desktop, Documenti ecc., dalla posizione predefinita a una nuova. In precedenti commenti al Windows 10 April 2018 Update, gli utenti con KFR avevano segnalato la presenza di una copia aggiuntiva, vuota, delle cartelle note sul dispositivo. Microsoft aveva dunque introdotto nell’aggiornamento di ottobre 2018 il codice per rimuovere questi duplicati vuoti delle cartelle note.

Tale modifica, combinata con un’ulteriore modifica alla sequenza di aggiornamento, ha portato all'eliminazione delle cartelle originali e del loro contenuto. Nel post sul blog citato, Microsoft entra nel dettaglio dei problemi che sono stati individuati e risolti.

Inoltre, Microsoft ha anche rilasciato alcune altre correzioni, nell’aggiornamento mensile, per gli utenti che hanno già effettuato l’Aggiornamento di Windows 10 ottobre 2018. Tutte le informazioni al riguardo sono disponibili in questa nota tecnica.

Cosa fare

Il supporto Microsoft è a disposizione dei clienti che possono essere stati colpiti da questo problema. Anche se, avvisa l’azienda, non è possibile garantire con certezza il recupero di file eventualmente persi.

Se l’aggiornamento è stato cercato manualmente e si ritiene di avere un problema di file mancanti, Microsoft consiglia di ridurre al minimo l'uso del dispositivo e di contattare il supporto. A questo indirizzo è possibile trovare tutti i numeri del servizio clienti a livello globale. Per ulteriori informazioni, si può fare riferimento alla pagina Windows 10 Update History, aggiornata man mano con le nuove informazioni disponibili.

Per contribuire a individuare meglio problemi come questo, Microsoft ha attivato una nuova funzionalità nel Windows Insider Feedback Hub. Una opzione che permetterà di monitorare meglio i problemi più gravi anche quando il numero di feedback è basso.

Ora l’update verrà monitorato attentamente, dai dati e dal feedback della comunità Windows Insider. Quando Microsoft avrà la conferma che non ci sono ulteriori problemi, preparerà una nuova release ufficiale (re-release) dell’Aggiornamento di Windows 10 ottobre 2018.

L’azienda si è inoltre scusata pubblicamente per qualsiasi danno che questi problemi possono avere causato ai clienti. E ha espresso l’intenzione di voler far tesoro di questa esperienza per migliorare i sistemi di notifica e i processi di update.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

1 COMMENTO

Comments are closed.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome