Microsoft sulla via dell’instant conferencing

Un patto d’acciaio con Polycom schiude a Redmond le porte del Web conferencing “consapevole”, con caratteristiche di Im.

15 settembre 2004

Microsoft ha un alleato in più sul fronte del Web conferencing. Si tratta di Polycom, società con cui ha stretto una joint venture che pare avere lunga gittata (si parla di qualche anno).


Polycom è una società che fornisce tecnologie di streaming a tutto tondo (video, voce, dati, Web conferencing e collaboration) e la cui offerta è riconducibile al marchio di soluzioni WebOffice, che individuano un complesso di strumenti per la comunicazione in tempo reale e il conferencing tramite desktop, comprensivi di tecniche di instant messaging (Im).


Pare proprio quest'ultima caratteristica essere quella che ha innescato l'accordo con Microsoft, dato che il primo trait-d'union fra le due società sarà determinato dalla congiunzione fra le caratteristiche di Im degli strumenti di Microsoft, Office Live Communications Server e Windows Messenger, con quelle dei sistemi di conferencing di Polycom (compresi quelli di telefonia Ip e i portali per voce e video conference).


Il fine, evidente, è quello di far assurgere la dignità di uno strumento come Windows Messenger a elemento cardine per il conferencing multilivello.


Con l'abbinata delle due tecnologie, per esempio, un utente aziendale potrà invitare un collega a unirsi a una Web conference, perché sarà lo stesso sistema a rilevarne la presenza online, e potrà lanciare una video chiamata al client abilitato a riceverla.


Per far ciò, la tecnologia mista Microsoft-Polycom supporterà il Sip (Session Intiation Protocol), ovvero quel protocollo di convergenza fra elementi infrastrutturali come quelli multimediali, di telecomunicazione e servizi Web.


Successivamente a questa prima area di convergenza delle tecnologie delle due società, si profila all'orizzonte anche la possibilità di inserire funzionalità voce e video in Microsoft Office Live Meeting. Il che, quando accadrà, significherà poter utilizzare Web, voce e video conferenza da qualsiasi applicazione Windows.


Al momento attuale ciò è ipotizzabile in quella che sarà l'era di Longhorn.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here