Microsoft sfida Google con Live.com

Come il grande rivale Bill Gates decide di raccogliere i servizi Web sul nuovo portale lasciando i contenuti su Msn

Se Google evita di combattere Microsoft sul suo terreno, quello dei sistemi operativi, Microsoft non esista a ricalcare la strada di Google facendo debuttare Live.com attualmente in versione beta e che dovrebbe arrivare ufficialmente entro l'estate. La scelta si traduce nel nuovo servizio Web che raccoglie e amplifica strumenti classici come mail, ricerca, local search e altro e rispetto al rivale ha il vantaggio di potersi collegare a strumenti tipo Office e al nuovo Windows Vista dei quali questi servizi rappresenteranno l'estensione su Internet.
Parallelamente continua la sua esistenza Msn che punta esclusivamente sulla pubblicità (cresciuta del 95% in Italia) e ha un core target fatto di “Internet optimizer”, gente dotata di banda larga che sul Web fa acquisti, legge blog, scarica podcast e si informa rimpiazzando con le news che arrivano dal pc gli altri media.

Le motivazioni della decisione di Microsoft risiedono, secondo Maruzzi, nella scelta di “evolvere la presenza on line di Msn e contemporaneamente dare agli utenti la possibilità di creare il proprio dashboard su Live.com”.
I contenuti da una parte (Msn) e i servizi dall'altra (Live.com). E' questa la scelta di Microsoft che attraverso le Api (Application program interface) vuole aprire Live.com al contributo degli sviluppatori con le loro soluzioni integrative, mentre mano a mano che scadranno i contratti gestirà direttamente il keyword advertising per i link sponsorizzati sul suo motore di ricerca.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here