Pc connessi Microsoft

In occasione del Bett di Londra, fiera internazionale dedicata alle tecnologie e alle innovazioni per il settore education, Microsoft, oltre alle numerose iniziative che la società di Redmond porta avanti in quest’area, ha lanciato due nuovi Pc connessi: JP.IK Turn T101 e Positivo Wise N1212S.   

Questi nuovi dispositivi usciranno questa estate e sono stati progettati da Microsoft in modo specifico per il mondo education, sia per caratteristiche che per fascia di prezzo. L’azienda di Redmond li ha infatti presentati come i Connected Pc più convenienti di sempre, proposti da Microsoft, con tutte le funzionalità di Windows e Office.

Al momento sono stati comunicati solo i prezzi in dollari per gli Stati Uniti: i costi del modello JP.IK Turn T101 partono da soli 299 dollari mentre per acquistare il modello Wise N1212S i prezzi partono da 575 dollari.

Ma la cosa forse più interessante è che entrambi questi Pc connessi per il settore education sono potenziati dai nuovi chipset Qualcomm Snapdragon 7c, grazie ai quali Microsoft conta di poter offrire una maggiore durata della batteria e prestazioni del 25% migliori rispetto alle piattaforme concorrenti. Inoltre, fattore chiave per device portatili ideati per essere utilizzati ovunque ci sia il servizio cellulare, i nuovi chipset Qualcomm Snapdragon offrono una connettività cellulare particolarmente veloce.

I recenti SoC Snapdragon 7c e 8c di Qualcomm sono basati sull’architettura ARM e sono progettati per supportare laptop Windows della categoria nota con la definizione “Pc Always On, Always Connected”.

Il chipset Snapdragon 8c Compute Platform è destinato a sistemi mainstream ultra-sottili e ultra-leggeri mentre lo Snapdragon 7c è destinato ai Pc Always On, Always Connected entry-level: è quindi la scelta ideale per prodotti, come quelli nuovi di Microsoft, indirizzati al mondo education e che hanno come target una fascia di prezzo accessibile.

È Microsoft stessa a porre in evidenza il fattore economico, sottolineando come, con i suoi nuovi Pc connessi, intende consentire alle scuole di risparmiare migliaia di dollari in infrastrutture server nonché sui tempi di startup.

Ma non solo questo: Pc con queste caratteristiche possono anche aiutare gli studenti nei mercati rurali ed emergenti di tutto il mondo (che Microsoft quantifica in oltre 1,15 miliardi) a connettersi per la prima volta a Internet o a migliorare notevolmente la loro connessione attuale.

Per l’occasione Microsoft ha anche annunciato una collaborazione con T-Mobile per dare il via a un progetto pilota teso a offrire a determinati distretti nelle aree rurali e sottoservite degli Stati Uniti la possibilità di testare i più recenti Pc connessi. Per il resto del mondo, Microsoft collaborerà invece con Vodafone per fornire piani di connettività cellulare specifici per l'istruzione ai clienti che utilizzano i più recenti PC connessi, nei mercati Vodafone e Vodacom in Europa e Africa.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome