Home Apple Microsoft OneDrive per macOS è ora nativo per i Mac con Apple...

Microsoft OneDrive per macOS è ora nativo per i Mac con Apple Silicon

L’ultima versione dell’app per la sincronizzazione OneDrive per macOS rilasciata da Microsoft ora funziona nativamente sui Mac con chip Apple Silicon.

Ciò significa – ha sottolineato Microsoft – che OneDrive trarrà pieno vantaggio dai miglioramenti delle prestazioni introdotti con la piattaforma hardware di calcolo Apple Silicon.

Si tratta di una funzionalità che era molto attesa e richiesta da parte degli utenti di OneDrive su Mac, e ora è generalmente disponibile, a partire dalla build 22.022.

Per gli utenti Mac sono in corso aggiornamenti automatici, ha informato Microsoft, con un roll-out graduale.

OneDrive Mac

OneDrive è disponibile anche su Mac App Store, ma Microsoft non ha specificato quando questa versione sarà distribuita anch’essa con la release nativa per Apple Silicon.

Se si sta utilizzando l’app Standalone e si desidera installare prima e manualmente la versione per Apple Silicon, è possibile scaricare l’ultima build di OneDrive per Mac.

Dalla stessa pagina del sito di supporto di Microsoft, è anche possibile consultare le note di rilascio delle ultime versioni del software.

L’aggiornamento di OneDrive per macOS introduce anche altri miglioramenti, oltre a quello più significativo, legato al supporto nativo per le ultime generazioni di Mac con processore Apple Silicon.

In particolare, Microsoft sta eseguendo il roll-out in Public Preview di un’altra delle funzionalità più richieste dagli utenti: il supporto per il Folder Backup (Known Folder Move) per macOS.

OneDrive Mac

Questa funzione permette alle persone che utilizzano OneDrive su macOS Monterey 12 di spostare le loro cartelle Desktop e Document su OneDrive.

Oltre a permettere di spostare le cartelle note, Folder Backup – sottolinea Microsoft – consentirà anche agli utenti macOS di accedere ai file più importanti su diversi dispositivi e applicazioni senza alcuna interruzione della produttività.

Ciò può avvenire perché il contenuto di queste cartelle viene automaticamente sincronizzato con OneDrive.

Inoltre, gli utenti saranno in grado di condividere in modo sicuro i dati all’interno e all’esterno della loro organizzazione, aumentando la collaborazione.

Questa anteprima – ha messo in evidenza Microsoft – supporta solo Desktop e Documenti, ma l’azienda sta esplorando la possibilità di supportare anche altre cartelle.

Chiaramente occorre valutare attentamente ciò che questo comporta per il proprio flusso di lavoro e le potenziali controindicazioni.

In ogni caso, per ora si tratta di una Public Preview accessibile solo dagli utenti che partecipano all’Insiders ring.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php