Ignite 2018 è l'evento annuale di Microsoft dedicato ai professionisti dell’IT e agli sviluppatori enterprise. Per l’occasione l’azienda di Redmond ha sottolineato la necessità di intensificare l’attenzione al tema della sicurezza informatica. E non solo in astratto.

Ha infatti rilasciato una serie di programmi e servizi per la cybersecurity. Tra di essi figurano Microsoft Secure Score, uno strumento per la valutazione dinamica degli ambienti dei clienti Microsoft 365. Questo fornisce raccomandazioni in grado di ridurre fino a trenta volte il rischio di violazioni.

E poi Microsoft Authenticator, che facilita l’autenticazione sicura dei lavoratori mediante funzionalità quali il login senza password.

Microsoft ha inoltre confermato il proprio impegno a favore della democratizzazione dell’intelligenza artificiale. Anche in questo caso, con un’iniziativa concreta. Ha infatti lanciato il nuovo programma AI for Humanitarian Action.

Questo è finalizzato all’utilizzo delle potenzialità dell’intelligenza artificiale per interventi di gestione delle emergenze, in difesa di bambini, rifugiati e sfollati, per promuovere il rispetto dei diritti umani.

Nell’era dell’intelligent cloud e dell’intelligent edge, le aziende di ogni settore sono alla ricerca di un partner affidabile in grado di supportarle nella trasformazione”. Lo ha dichiarato Satya Nadella, CEO di Microsoft, che prosegue: “siamo espandendo i confini di AI, edge computing e IoT, offrendo al contempo sicurezza end-to-end per aiutare ogni organizzazione a realizzare il proprio potenziale digitale e prosperare in questa nuova era”.

Microsoft ignite 2018
Microsoft ignite 2018 si tiene a Orlando, in Florida

Sicurezza informatica al centro di Microsoft Ignite 2018

Microsoft ha reso note le modalità con cui intende creare le condizioni necessarie affinché l’IT possa sfruttare le potenzialità di sicurezza dell’intelligent cloud. Sono tre gli elementi su cui Microsoft punta per ribaltare le sorti della cyberwar.

La prima: attività di sicurezza su scala globale efficaci non solo per le imprese ma anche per i rispettivi clienti. La seconda: tecnologie dedicate al settore enterprise. Infine, la terza: ampie partnership in ambito di sicurezza informatica per un mondo eterogeneo.

Sul primo punto, in Microsoft, oltre 3.500 esperti di sicurezza lavorano a tempo pieno con i più avanzati strumenti basati sull’intelligenza artificiale. Lavorano per analizzare ogni giorno più di 6.500 miliardi di segnali a livello globale. L’infrastruttura di sicurezza globale dell’azienda tutela i clienti proteggendo i data center. Essa blocca ogni mese oltre 5 miliardi di diverse minacce malware.

Il secondo punto agisce attraverso il cloud e le nuove funzionalità di sicurezza dei prodotti Microsoft. In tal modo l’azienda garantisce alle organizzazioni una profonda protezione da una vasta gamma di minacce. Oltre alla tutela della rete e delle informazioni sensibili.

Microsoft AuthenticatorTra le soluzioni messe in campo, un nuovo strumento per un login senza password grazie all’app Microsoft Authenticator.

Microsoft Secure Score, scheda di valutazione aziendale dinamica per la sicurezza informatica, ora include EMS e Azure Security Center. Inoltre, l’evoluzione di Secure Score include una gamma più ampia di comandi da prodotti quali Microsoft Cloud App Security e Azure Active Directory.

Protezione dalle minacce informatiche

È stata inoltre annunciata Microsoft Threat Protection, una soluzione completa end-to-end che garantisce protezione dalle minacce informatiche. E ne consente l’identificazione, il blocco e la risoluzione. Il servizio sfrutta l’intelligenza artificiale e la ricerca umana per accelerare le analisi in vista di una più rapida eliminazione delle minacce.

Infine, Microsoft ha annunciato l’anteprima pubblica di Azure Confidential Computing. Questo rende Azure il primo servizio cloud a fornire una piattaforma sicura per la protezione della riservatezza e dell’integrità dei dati in uso.

Nell’ambito delle partnership per la sicurezza informatica in un mondo eterogeneo rientra il programma Defending Democracy dell’azienda. Questo è finalizzato alla protezione delle campagne politiche dalle intromissioni dei cybercriminali e all’aumento della sicurezza del processo elettorale.

Oltre alla difesa contro la disinformazione e a una maggiore trasparenza della pubblicità politica online. L’iniziativa è concentrata in un primo tempo sulle attività dei maggiori partiti nazionali degli Stati Uniti. Microsoft sta comunque pianificando di replicare il programma Defending Democracy alle democrazie di tutto il mondo.

Questa è solo una delle iniziative. Cybersecurity Tech Accord è un’intesa che ha l’obiettivo di unire le forze dell’intero settore tecnologico a difesa di tutti gli utenti. Dalla sua creazione, l’iniziativa ha visto il numero di adesioni quasi raddoppiato. Dalla presentazione dell’accordo si sono infatti aggiunte 27 nuove organizzazioni di tutto il mondo, tra cui Panasonic, Swisscom e Rockwell Automation. Si è così raggiunto un totale di 61 società firmatarie impegnate a garantire la sicurezza nel mondo.

Dati e intelligenza artificiale trasformano le aziende

AI for Humanitarian Action è un nuovo programma quinquennale da 40 milioni di dollari di Microsoft. È finalizzato alla valorizzazione delle potenzialità dell’intelligenza artificiale al servizio di determinate attività umanitarie. Nello specifico: interventi per la gestione delle emergenze, in difesa di bambini, rifugiati e sfollati, e il rispetto dei diritti umani.

Microsoft AI for Humanitarian Action.Il programma verrà sviluppato in stretta collaborazione con organizzazioni umanitarie e non governative selezionate. Esso prevede il ricorso a sovvenzioni, investimenti tecnologici e competenze condivise, ed è la terza proposta nell’ambito dell’iniziativa AI for Good.

Inoltre, Microsoft continua a concentrarsi su prodotti e servizi basati sull’intelligenza artificiale. Ha infatti annunciato nuovi servizi nati per aiutare le aziende a ottenere la massima resa dai propri dati.

Azure Machine Learning agevola data scientist e sviluppatori, velocizzando i tempi di creazione e test di modelli di intelligenza artificiale da adottare per applicazioni edge e cloud. Tra i nuovi aggiornamenti di rilievo figurano il machine learning automatizzato per l’identificazione degli algoritmi più efficienti e l’ottimizzazione delle prestazioni dei modelli. Inoltre, un SDK Python per l’accesso ai servizi di Azure Machine Learning dai più diffusi notebook e ambienti di sviluppo integrati.

Gestione dei dati

SQL Server 2019 (anteprima) ridefinisce il database relazionale con nuove capacità in ambito big data per un’agevole gestione di qualunque progetto basato sui dati. Da OLTP a Data Warehousing e Business Intelligence (BI), fino a intelligenza artificiale e advanced analytics.

Azure SQL DB hyper scale è un nuovo livello di servizio altamente scalabile. Esso si adatta ai carichi di lavoro con una scalabilità automatica che raggiunge i 100 TB per database. Disponibile dal 1° ottobre, offre un sistema di archiviazione ad alta prestazione, che amplia il potenziale di crescita delle app senza limiti di spazio.

Azure Data Explorer (anteprima pubblica) accelera le attività di studio e insight su ingenti volumi di dati degli eventi. Il sistema permette agli utenti di esplorare e analizzare i dati in modo interattivo e pressoché in tempo reale. Li aiuta a individuare rapidamente modelli e anomalie, determinarne le cause, diagnosticare problemi e analizzare le prestazioni per migliorare insight e risultati di business.

Microsoft igniteGli aggiornamenti di Azure Cosmos DB multimaster agevolano i clienti nella creazione di app distribuite a livello globale che sono decisive per la propria attività.

Esperienze di intelligenza artificiale in Microsoft 365

Microsoft ha inoltre presentato nuove esperienze di intelligenza artificiale in Microsoft 365. Queste facilitano la ricerca di informazioni, la creazione di contenuti, l’analisi dei dati e la collaborazione.

Microsoft Search è una nuova funzione di ricerca più coesa, che facilita il reperimento di diversi documenti e dati tanto all’interno quanto all’esterno dell’organizzazione senza dover abbandonare il flusso di lavoro. La maschera di ricerca, ben visibile, occupa la stessa posizione in tutte le app di Microsoft 365, rimanendo sempre a portata di clic. Microsoft accorpa le potenzialità di Microsoft Graph e la tecnologia di intelligenza artificiale di Bing per offrire esperienze più attinenti all’attività che si sta svolgendo.

Ideas aiuta l’utente a sfruttare con un clic le potenzialità dell’intelligenza artificiale per inviare suggerimenti sulle applicazioni Office. Il motore Ideas, il cui roll-out iniziale è previsto per Excel e PowerPoint, semplifica la user experience e permette di risparmiare tempo nelle attività quotidiane.

Sono disponibili poi per il pubblico nuovi miglioramenti intelligenti in Excel per la trasformazione di dati in insight.

Strumenti intelligenti

Grazie alla possibilità di connettere gli account di Office 365 e LinkedIn, gli utenti potranno inviare e-mail e condividere documenti con collegamenti di primo grado in LinkedIn direttamente da Outlook, Word, Excel e PowerPoint.

Sono disponibili nuove funzionalità di Microsoft Teams basate sull’intelligenza artificiale. Background Blur utilizza il riconoscimento facciale per sfocare lo sfondo durante le videoconferenze. Meeting recording offre una funzione di conversione speech-to-text che genera una trascrizione consultabile e inserisce automaticamente delle note alla registrazione. Inoltre, nel corso dei prossimi mesi saranno rese disponibili in tutto il mondo nuove funzionalità per lo streaming live di eventi in Microsoft 365.

Viene presentato il nuovo strumento Cortana Skills Kit for Enterprise, per esperienze e competenze personalizzabili. Questa soluzione end-to-end permette alle aziende di creare competenze e agenti studiati su misura, condurre test con gli utenti e gestirne completamente l’adozione all’interno dell’organizzazione.

IoT e edge computing

Microsoft è pronta per la prossima ondata di innovazione dell’intelligent cloud e dell’intelligent edge. L’azienda offre potenti soluzioni IoT e edge.

Microsoft Ignite 2018 Azure-IoT-heroAzure Digital Twins è la nuova offerta nella piattaforma IoT di Microsoft che permette a clienti e partner di creare un modello digitale completo di qualsiasi ambiente fisico.

Azure Digital Twins sfrutta il pieno potenziale dell’intelligent cloud e dell’intelligent edge per fornire ai partner una base su cui costruire soluzioni digitali su misura. Soluzioni che si mantengono aggiornate con il mondo fisico e utilizzano funzioni avanzate di analytics per comprendere il passato e prevedere stati futuri in ambiti quali manutenzione preventiva, gestione energetica e molto altro.

Azure Sphere è la prima soluzione olistica progettata per proteggere e potenziare i dispositivi IoT nell’intelligent edge. Essa è ora disponibile in anteprima pubblica.

Con Azure Data Box Edge (anteprima pubblica), ora disponibile, la famiglia Azure Data Box si arricchisce di ulteriori prodotti destinati ad aiutare i clienti ad analizzare, elaborare e trasformare i dati prima di caricarli sul cloud. Azure Data Box Edge è un’infrastruttura di rete fisica fornita da Microsoft, che invia dati da e verso Azure con capacità edge basate sull’intelligenza artificiale.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito dell’azienda.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here