La fase di preview si chiude, dopo poco più di un anno dal primo annuncio, e la nuova generazione del browser Microsoft Edge è ora disponibile per il download nella sua prima versione stabile, la build 79.

Potenziata, come già noto da tempo, dal motore open source Chromium, alla base anche di Google Chrome e di altri browser, la nuova versione non è un semplice aggiornamento delle funzionalità, ma un software completamente riprogettato e ricostruito.

Il nuovo Microsoft Edge è disponibile per Windows (tutte le versioni supportate) e macOS, in più di 90 lingue, nonché nelle edizioni mobili per iOS e Android, offrendo dunque un’esperienza di navigazione web multi-piattaforma. Prende il posto della versione originale, basata su EdgeHTML e ora definita Microsoft Edge Legacy.

Microsoft Edge

Per il browser di nuova generazione Microsoft ha puntato sulla compatibilità, sulle prestazioni, sull’aumentare la produttività e le possibilità di personalizzazione, e soprattutto sul migliorare la privacy, con funzioni quali la tracking prevention, attiva per impostazione predefinita, e un maggiore livello di controllo durante la navigazione.

Per gli amministratori IT di aziende o istituzioni, Microsoft ha già predisposto sia gli strumenti che consentono di distribuire il nuovo browser nella propria organizzazione, scaricando i package e i policy file per eseguire il deployment, sia la documentazione al riguardo, sul sito business.

Per ottenere il nuovo Microsoft Edge, gli utenti finali hanno a disposizione due opzioni: scaricarlo manualmente oppure attendere che esso venga rilasciato in modo automatico sul proprio dispositivo tramite Windows Update.

Quando lo si installa su un dispositivo Windows 10 aggiornato, la nuova versione sostituisce la precedente (Legacy): i preferiti, le password, le informazioni di compilazione dei moduli e le impostazioni di base verranno trasferite al nuovo Microsoft Edge senza che l’utente debba fare nulla, informa Microsoft.

Microsoft Edge

L’azienda avvisa però che il processo di aggiornamento automatico al nuovo browser su centinaia di milioni di Pc Windows in tutto il mondo non avverrà dalla sera alla mattina e che, piuttosto, l’obiettivo di Microsoft è di rendere questo processo semplice e non intrusivo, riducendo al minimo i rischi per gli utenti e le organizzazioni.

Il roll-out, come da policy di Microsoft da qualche tempo sugli aggiornamenti, avverrà dunque in maniera molto graduale.

La società di Redmond ha informato che inizierà a migrare i clienti di Windows 10 sul nuovo Microsoft Edge nelle prossime settimane, a partire da un gruppo di Windows Insider nel Release Preview Ring. Il nuovo Microsoft Edge verrà poi reso disponibile gradualmente attraverso Windows Update su dispositivi aggiuntivi, man mano che i dati e il feedback degli utenti indicheranno che tutto sta andando per il verso giusto.

Una volta installato Microsoft Edge di nuova generazione, esso verrà aggiornato con una cadenza di circa sei settimane. Ci sarà un’anteprima del prossimo aggiornamento principale nel canale Beta, nel quale, ad esempio, la build 80 entrerà presto, prima del rilascio nel canale Stable prevista per febbraio.

Microsoft Edge

Obiettivo azienda

Per quanto riguarda gli utenti enterprise e education, per questi clienti il nuovo Microsoft Edge non verrà distribuito automaticamente.

Le organizzazioni, sottolinea Microsoft, mantengono il pieno controllo su quando distribuire il nuovo Microsoft Edge ai propri dispositivi gestiti, che non verranno aggiornati automaticamente.

Oltre ai dispositivi managed, i device Enterprise, Education e Workstation Pro Edition non verranno aggiornati automaticamente al momento. Le organizzazioni che desiderano bloccare la delivery automatica del nuovo Microsoft Edge sui dispositivi con Home e Pro Edition con Windows Update abilitato, possono farlo tramite policy oppure scaricando e distribuendo Blocker Toolkit.

Quando l’amministratore It decide di essere pronto per la distribuzione del nuovo Edge nella propria organizzazione, può scaricare i package e i policy file dal sito Microsoft Edge for business; la documentazione per il deployment e la configurazione a livello enteprise del nuovo Microsoft Edge su Windows e Mac è disponibile anch’essa sul sito di supporto aziendale.

I clienti di Microsoft 365 che ne hanno diritto, possono inoltre usufruire del supporto Fast Track e App Assure, che verrà lanciato entro il primo trimestre del 2020. FastTrack aiuterà a distribuire Microsoft Edge nella propria organizzazione senza costi aggiuntivi, per i clienti con un abbonamento idoneo a Microsoft 365, Azure o Dynamics 365.

Dopo aver eseguito il deployment del nuovo Microsoft Edge nella propria organizzazione, gli amministratori It possono configurare o limitare gli update utilizzando i criteri di aggiornamento di Microsoft Edge.

Per il futuro, Microsoft prevede di includere il browser come integrato direttamente in Windows, da distribuire tramite un Windows 10 Feature Update.

Per quanto riguarda gli sviluppatori, utilizzando il nuovo browser Edge un engine già ampiamente diffuso, non dovrebbero esserci particolari problemi di compatibilità. In ogni caso, questo post sul blog di Windows offre alcuni suggerimenti utili.

È poi disponibile la documentazione completa di Microsoft Edge che, oltre a tutte le informazioni indispensabili per le aziende e gli amministratori It, presenta anche una sezione dedicata agli sviluppatori.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome