Microsoft e Poste Italiane per la digitalizzazione di Pmi e PA

Un accordo di collaborazione in chiave cloud che unisce i servizi di Poste Impresa con le soluzioni Office 365 di Microsoft.

È una collaborazione che guarda al mondo delle piccole imprese, dei professionisti e alla Pubblica Amministrazione quella annunciata nelle scorse ore tra Poste Italiane e Microsoft Italia.

Si tratta di un accordo in chiave cloud che parte dalla volontà di integrare i servizi offerti da Poste con le soluzioni Office 365 di Microsoft con l’obiettivo di promuovere una più capillare digitalizzazione delle imprese e della Pubblica Amministrazione.

Così, attraverso la rete di Poste Imprese, gli utenti potranno attivare offerte integrate che coniugano PEC, Firma Digitale, Conservazione Sostitutiva con le soluzioni Office, SharePoint Online, Exchange Online e Lync Online in un unico servizio cloud.
Questo significa che i clienti potranno utilizzare l’infrastruttura di Poste Italiane, vale a dire il suo datacenter, per la virtualizzazione delle loro banche dati e per la digitalizzazione con valore legale della documentazione e dell’archivio cartacei, accedendo nel contempo ai servizi di comunicazione e collaborazione di Microsoft, con la garanzia di costante aggiornamento e di accessibilità indipendentemente dal luogo e dal dispositivo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here