Home Prodotti Software Microsoft Build 2020: cloud verticali e un supercomputer per l'intelligenza artificiale

Microsoft Build 2020: cloud verticali e un supercomputer per l’intelligenza artificiale

Negli ultimi anni gli sviluppatori di tutto il mondo si sono radunati a Seattle, la vera cloud city, per incontrare, scambiare idee, affinare o apprendere competenze, costruire comunità. Quest’anno, non ci incontreremo di persona, ma lo spirito dell’evento continuerà con noi online“: sono le parole con cui Frank Shaw, Corporate Vice President Communications di Microsoft ha descritto la prima edizione della storia, giocoforza, digitale di Microsoft Build.

La risposta avuta per Microsoft Build 2020, sono sempre parole di Shaw, “è stata travolgente: questo sarà probabilmente il nostro più grande evento di sempre e non solo per Build, ma per tutti gli eventi che tiene Microsoft“.

In viaggio verso lo smart working

L’appuntamento annuale di Microsoft dedicato agli sviluppatori si è aperto con il keynote di Satya Nadella, che ha ovviamente celebrato il ruolo chiave degli sviluppatori e i loro sforzi per supportare le diverse realtà in questa crisi e che ha confermato l’impegno dell’azienda a dare le soluzioni necessarie per aiutare gli sviluppatori ad affrontare le più sfide e a supportare le aziende nell’adozione di modelli di smart working.

Un supercomputer per l’intelligenza artificiale

A Build 2020 Microsoft ha annunciato di aver realizzato in collaborazione con OpenAI un supercomputer di intelligenza artificiale basato su Azure.

L’obiettivo del sistema è permettere a sviluppatori, data scientist e clienti business di accedere ad ampi modelli di intelligenza artificiale, ai tool per l’ottimizzazione dell’addestramento e alle risorse del supercomputer tramite gli Azure AI Services e GitHub.

Il supercomputer creato per OpenAI è costituito da un unico sistema con una CPU composta da oltre 285.000 core, 10.000 GPU e una connettività di rete di 400GB al secondo per ciascun server GPU.

Microsoft ha anche annunciato la disponibilità di Azure Synapse Link, che permette di combinare in tempo reale i servizi operativi di database analytics, senza dover spostare i dati o appesantire i sistemi operativi dei clienti. La nuova soluzione punta a ridurre i costi e il tempo necessario per ottenere gli insight. Azure Synapse Link è ora disponibile in Azure Cosmos DB e sarà disponibile negli altri servizi di database.

Spazio alla robotic process automation low-code

Microsoft ha inoltre confermato il proprio impegno a offrire tecnologie RPA (Robotic Process Automation) complete e low-code in Power Automate e annunciato l’acquisizione di Softomotive, azienda specializzata nella fornitura di ambienti di sviluppo RPA low-code e semplici da utilizzare. Le tecnologie di Softomotive completeranno i flussi di interfaccia utente per ottimizzare il lavoro delle aziende.

Cloud verticale: il primo è per la sanità

A Build 2020 è stato annunciata la prima soluzione cloud che Microsoft crea appositamente per un settore specifico. E visto il periodo non poteva che essere per la sanità: Microsoft Cloud for Healthcare fa leva su funzionalità attualmente disponibili all’interno dell’offerta cloud dell’azienda per rispondere alle esigenze del settore sanitario, come l’app Bookings in Teams, disponibile per i clienti di tutti i settori, che permette di prenotare e gestire appuntamenti B2C.

Teams e il lavoro di gruppo

Novità, quindi, anche per Teams: esperienza semplificata per gli sviluppatori che creano e pubblicano applicazioni per Teams tramite Visual Studio e Visual Studio Code, la possibilità per i responsabili IT di validare, approvare e pre-installare applicazioni aziendali o di terze parti in Teams per i propri utenti, e nuove modalità di interazione con le app in Teams.

Aggiornamento per Fluid Framework, che rende la soluzione open source per gli sviluppatori e accessibile per gli utenti finali grazie alla disponibilità di Fluid components e Fluid workspaces su Office.com e in Outlook sul Web.

Machine learning responsabile

A Build 2020 Microsoft ha annunciato l’arrivo di nuovi tool di Responsible ML in Azure Machine Learning e dei toolkit OSS per implementare modelli di intelligenza artificiale in modo più responsabile, migliorando l’interpretabilità dei modelli, riducendo gli errori e garantendo al contempo la privacy e la confidenzialità dei dati.

Per aiutare gli sviluppatori a innovare costantemente l’esperienza sugli oltre 1 miliardo di dispositivi Windows 10 attivi al mese, Microsoft ha presentato Project Reunion, che unifica la piattaforma Windows e la separa dal sistema operativo, semplificando agli sviluppatori l’integrazione delle API su Win32 e UWP.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php