Mercato Pc: cresce solo Apple

Secondo i dati resi noti nella giornata di ieri da Gartner, nell’ultimo trimestre dello scorso anno sono stati consegnati 75,7 milioni di pc in tutto il mondo, con un calo dell’8,3% rispetto al pari periodo dello scorso anno.
Un calo che per altro si conferma lungo tutto l’arco dei 12 mesi, visto che complessivamente la società di ricerca parla di 288,7 milioni di unità consegnate, di nuovo in calo dell’8 per cento.

Cinque trimestri in calo per il mercato Pc

Il fenomeno è evidente: cinque trimestri consecutivi in rallentamento, una stagione natalizia non brillante e Windows 10 che, nonostante i riscontri positivi ricevuti, non riesce ancora a essere il driver di una fase di rinnovo, se non per l’effettivo avvio di progetti di testing che preludono a future migrazioni.
Il calo è evidente in tutte le regioni, ma va sottolineato che Emea, Latam e Giappone risentono anche degli effetti della svalutazione monetaria, con il risultato che la contrazione complessiva di questi mercati nell’anno si avvicina al 10 per cento.

Cauto ottimismo per il 2016

L’unica nota positiva in questo scenario, è che per il 2016 Gartner parla di una contrazione minima e addirittura ventila una leggera ripresa nella seconda metà dell’anno.
La speranza è che queste previsioni non debbano essere rilette al ribasso come purtroppo è in tante occasioni accaduto.

La classifica dei vendor

Per quanto riguarda la classifica dei vendor, il segno è negativo per tutti tranne per uno, Apple, anche se gli equilibri complessivi restano invariati.
Lenovo, con 15,3 milioni di unità, resta al primo posto e porta la sua share dal 19,4 al 20,3%. Tuttavia, rispetto al pari periodo dell’anno precedente la società registra un calo del 4,2 per cento in termini di unità vendute.
Più pesante è il regresso di Hp, seconda con 14,2 milioni di macchine, pari a una share del 18,8%. In questo caso si parla di un -8,1%.
Dell è terza, con 10,2 milioni di macchine, in calo del 5,1%: la sua share sale dal 13,1 al 13,5 per cento.
La quarta, la quinta e la sesta posizione sono ad appannaggio di tre vendor, molto vicini tra loro in termini di numerici, ma collocati assai diversamente sulla loro parabola storica.
Asus quarta, con 6 milioni di pc venduti, migliora leggermente lo share, che arriva a sfiorare  l’8 per cento e rispetto all’anno precedente riesce a contenere il regresso a un -3,2%.
Apple è quinta, con 5,6 milioni di macchine: la sua share sale dal 6,7 al 7,5 per cento, ma soprattutto, caso unico in questa classifica, guadagna il 2,8 per cento complessivo.
E poi c’è Acer. Siamo a 5,2 milioni di macchine, che le garantiscono ancora una share del 7 per cento sul mercato complessivo, ma il calo anno su anno è il più pesante: -11,2%.

L'intero 2015 e la classifica USA

Gli stessi equilibri si registrano sull’intero 2015: Lenovo è prima, con 57 milioni di macchine, seguita da HP, Delle Asus. Apple è quinta, con 20,7 milioni di macchine, unica a crescere con un intererrante +5,8%.
Interessante è anche un’analisi alla classifica americana. Anche qui si parla di un calo generalizzato tranne per due vendor.
In primis Lenovo, quarta in graduatoria, con 2,1 milioni di macchine, una share del 12,6 per cento e, soprattutto, un +21,1% in tasca.
E poi Apple, che mantiene la sua terza posizione, con 2,1 milioni di macchine, con una share del 12,8 per cento e un progresso del 6,5 per cento.
Va sottolineata anche la performance di Asus, sostanzialmente stabile, con i suoi 1,2 milioni di pc: in questo caso il suo +0,1 per cento è significativamente in controtendenza rispetto al -17,3 per cento della Region.

Emea: finite le eccedenze di stock

E veniamo all’area Emea.
Qui si parla di 22,5 milioni di pc consegnati, in calo del 16 per cento anno su anno, nel trimestre e di 83 milioni di unità, in calo del 14%, sull’intero 2015.
Gartner evidenzia tuttavia un fenomeno interessanrte.
Tutto il 2015 è stato condizionato dalla necessità di esaurire gli eccessi di inventario accumulati alla fine dell’anno precedente. Eccessi che sembrano finalmente esauriti proprio nell’ultimo trimestre del 2015, come dimostra il +13% sequenziale registrato a fine dicembre. Questo fatto spinge Gartner a un cauto ottimismo sull’andamento di questo inizio 2016.
Le prime cinque posizioni sono in mano ad Hp, Lenovo, Asus, Dell e Acer, con volumi di consegne che vanno dai 5 milioni di macchine di Hp e scendono fino ai 2 di Acer. Tutti sono in forte calo: sono percentuali a due cifre per tutti, con Acer worst performer con l suo -21,5 per cento. Fa eccezione Asus, con i suoi 2,4 milioni di macchine, che tiene e registra un progresso dello 0,4 per cento,.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome