Mercati emergenti,mobility e consumer spingono i pc

Secondo gli ultimi dati presentati da Gartner, il mercato pc è destinato a crescere dell’11% nel 2007. Vista non è ancora un driver per il mercato di sostituzione.

Secondo le stime rilasciate da Gartner nella giornata di ieri, il mercato
mondiale dei pc è destinato a crescere dell'11% nel 2007, fino ad attestarsi a
257,1 milioni di unità.

Buona parte di questa crescita, sostiene la
società di analisi, è da attribuire ai mercati emergenti, nei quali ancora si
parla di penetrazione e non di sostituzione: le previsioni parlano di 128
milioni di nuovi pc, 77 milioni dei quali desktop.
In base alle stime, il
55% dei pc acquistati in queste geografie ancora appartengono alla fascia dei
cosiddetti "primi acquisti".
E tra il 2007 e il 2008 l'area dei mercarti
emergenti peserà per circa il 25% sulle vendite complessive di pc.

Un po'
più difficile è invece la situazione sui mercati maturi: se da un lato è
positiva la crescita della domanda sul fronte notebook, che garantisce
opportunità ai produttori, preoccupa la scarsa propensione alla sostituzione dei
desktop, soprattutto nelle grandi aziende.

L'area della mobility resta
comunque quella più interessante e sull'intero 2007 arriverà a pesare per 103,2
milioni di unità sull'interoomparto,on una crescita del 27,1% rispetto all'anno
precedente.

Meno visibile, per il momento, è l'impatto di Windows Vista,
che ancora non rappresenta un driver convincente per la sostituzione del parco
installato.

Bene, di nuovo, il consumer: il calo del prezzo medio di
vendita rappresenta invece un ottimo incentivo. I 1.000 dollari sono ormai una
soglia di prezzo che garantisce un buon ventaglio di scelta per i clienti in
molte parti del mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome