Meno fatturato più Ebitda per Algol

Il calo dei ricavi è del 4% mentre maggiori accantonamenti determinano una contazione dell’Ebit

31 marzo 2003 Chiusura di 2002 con un calo del fatturato per Algol che con 222,4 milioni di euro rispetto ai 232,6 milioni dell'anno precedente lascia sul terreno il 4%. Seppur di poco, cresce invece l'Ebitda consolidato che da 3.963 arriva a 3.724 milioni di euro. Maggiori accantonamenti prudenziali determinano una contrazione dell'Ebit che dai 910.000 euro del 2001 registra un valore di 312.000 euro. “L'ottimizzazione della gestione
finanziaria, che ha ridotto la spesa per oneri finanziari di circa il 17% in
valore assoluto, e un più efficiente controllo del rischio di cambio
-
spiega un comunicato della società - hanno generato risparmi pari a circa 1
milione 600 mila Euro, che si riflettono sul miglioramento del risultato
ante-imposte consolidato che dai -5,3 milioni registrati nel 2001 passa ai -2,6
milioni di euro a fine 2002”
. In calo anche la perdita di esercizio che è
di 3,3 milioni i euro contro i 7,8 dell'anno precedente. L'indebitamento netto
si è attestato a 39,4 milioni di euro rispetto ai 38,4 milioni di euro della
fine 2001 e ai 29,5 del precedente trimestre. Secondo Maurizio Liverani,
presidente e amministratore delegato “Il processo di focalizzazione iniziato
a maggio 2002 sta dando ottimi risultati così come il nostro posizionamento di
distributore specializzato di soluzioni di network computing a complemento dei
distributori broad-line”
.
Quotata al Nuovo Mercato Algol ha chiuso venerdì 28 a quota 4,39 euro con un calo del 2,01%.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here