McAfee contro McAfee

Gelida la reazione dell’azienda di fronte al grottesco video con il quale il fondatore, fuoriuscito da quindici anni, mette in scherno il software e la sua usabilità.

Personaggio controverso, John McAfee, fondatore della omonima società specializzata in sicurezza informatica, oggi acquisita da Intel, nei mesi scorsi aveva fatto parlare di se dopo una fuga che le cronache avevano definito rocambolesca, tra Belize e Guatemala e attraverso tutto il Centro America con accuse non certo leggere di omicidio, spaccio di droga e favoreggiamento della prostituzione.

Dopo la sua cattura e il suo rientro forzato negli Stati Uniti, il miliardario, che anche durante il periodo della fuga non si era mai lesinato ai media, rilasciando interviste o scrivendo sul proprio blog, ha deciso di rientrare prepotentemente in scena con un video pubblicato sul suo canale YouTube e non certo casualmente intitolato How To Uninstall McAfee Antivirus
, con il quale sembra prendere di mira il suo stesso passato.

Nel filmato, estremamente provocatorio nelle immagini e nelle non certo velate allusioni, il miliardario ribadisce di non avere più a che fare con la società da lui stesso creata da almeno 15 anni e lamenta il fatto che ancora oggi i clienti si rivolgano a lui, e con toni non certo sommessi, ”per sapere come disinstallare il software”.

Dopo aver incaricato un tecnico di spiegare al pubblico come fare, l’ex manager sembra dedicarsi ad altre attività fin che, constatata l’incapacità anche dell’esperto a procedere con la disinstallazione, non esplode in un accesso di rabbia esclamando. ”Quindici anni fa avevo creato un software perfetto, poi l'ho ceduto ed è diventato un mostro”.
A questo punto non c’è che una soluzione, dichiara McAfee, che impugnata la pistola che tiene nella fondina crivella di colpi il proprio notebook, dichiarando risolto il problema.

La reazione da parte dell’azienda McAfee è laconica ma sufficientemente lapidaria da lasciar intuire il fastidio con il quale l’uscita del fondatore sia stata accolta: "While we take any attack on our products seriously, these ludicrous statements have no basis in reality. We continue to focus on what matters—our customers." (Mentre prendiamo seriamente ogni tipo di attacco ai nostri prodotti, queste grottesche affermazioni non hanno alcuna base concreta. Continuiamo a concentrarci su ciò che più conta: i nostri clienti). Firmato Chris Palm, Director, Corporate Communications

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here