Mavericks e le cartelle a impulso

Sin dagli albori, il Mac è sempre stato un computer con un'ottima interazione con l'utente: nell'utilizzo quotidiano gli utenti possono svolgere delle attività con facilità, senza nemmeno dover pensare a quello che succede; è tutto intuitivo e il sistema fa automaticamente quello che ci si aspetta. Uno degli esempi sicuramente più lampanti è il grande supporto al drag & drop presente in tutte le applicazioni.

Nel Finder, le cartelle a impulso rappresentano al meglio questa filosofia: quando si trascinano degli elementi sopra l'icona di una cartella, il sistema in automatico apre la cartella su cui stiamo facendo il trascinamento, per farcene vedere il contenuto; in questo modo è possibile navigare all'interno della gerarchia delle cartelle semplicemente continuando il drag & drop.

Il ritardo con cui vengono aperte automaticamente le cartelle è definito nelle Preferenze del Finder, nella scheda Generali ed è possibile regolarlo a proprio piacimento: questo ritardo è fondamentale per lasciare all'utente qualche istante per correggere eventuali errori nella scelta della cartella di destinazione. Sempre nella finestra delle Preferenze è presente un suggerimento per sfruttare al meglio le cartelle a impulso: infatti, se si preme la barra spaziatrice durante l'operazione di trascinamento, il sistema aprirà immediatamente la cartella su cui stiamo trascinando i nostri elementi annullando di fatto qualsiasi ritardo nella risposta.

Nel caso vogliate disabilitare la funzionalità delle cartelle a impulso, disabilitando l'apposita voce nella finestra delle Preferenze del Finder, sappiate che è possibile continuare a utilizzare la barra spaziatrice per attivare momentaneamente l'apertura automatica della cartella su cui state trascinando un elemento.

Le cartelle a impulso funzionano anche quando le cartelle sono posizionate nel Dock: trascinandoci sopra un elemento, verrà aperta la cartella dopo il ritardo specificato nelle Preferenze; premendo la barra spaziatrice il sistema invece aprirà immediatamente la cartella.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome