Magirus firma con Avocent

Il distributore tedesco viene considerato il Vad da cui partire per una completa strategia di access e manage control

È la notizia più rilevante del Partner Day italiano, ce la dà Primo Bonacina in anteprima e la conferma il country manager Avocent, Massimo D'Esposito: "l'Italia è la seconda country a usufruire dell'accordo siglato in Germania a livello mondiale". Secondo il partner program della casa americana, Magirus si configura come Vad, dovrà garantire un product manager dedicato, un supporto di secondo livello e un business plan annuo da circa 750mila dollari a volume.

L'accordo ha un'importanza strategica fondamentale per Avocent che, in questo modo, compie un ulteriore passo verso una direzione ancor più "informatica" del proprio business e del proprio canale. In 25 anni l'evoluzione si è consumata nell'ambito del networking puro più vicino a un installatore che a un rivenditore a valore.

Da fornitore di soluzioni di switching Kvm (keyboard, video, mouse), con l'acquisizione di LanDesk il percorso verso la gestione unitaria e remota del network è breve e comprende l'interessantissimo mercato dell'access e manage control. "Si passa da un business da 900 milioni di dollari a livello mondiale a 1,2 miliardi di dollari - afferma Philippe D'Argent, vicepresidente Emea di Avocent - che può portare valore ai partner fino a una cifra doppia".

"Le nostre soluzioni integrate, DsView ver. 3 e Landesk Server Manager - prosegue il manager - consentono di risolvere in modo univoco le problematiche "out of band" di accesso e controllo con quelle "in band" di gestione e protezione". "Inoltre - aggiunge D'Esposito - il nostro cruscotto unificato evita al personale It di formarsi e certificarsi sulle configurazioni delle diverse piattaforme, perché integra nativamente la gestione di praticamente tutto l'installato standard del mondo server".

Forti ovunque ci sia un data center da gestire, le soluzioni Avocent trovano una collocazione naturale nel mercato telco, nel finance, tra gli Isp e, secondo D'Esposito, hanno forti potenzialità nel mercato Retail e Audio/Visual e, in una fascia più bassa, nelle soluzioni desktop.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome