Home Software Sviluppo Low-code: come Entando aiuta a sviluppare applicazioni componibili

Low-code: come Entando aiuta a sviluppare applicazioni componibili

Entando, l’application composition platform open source per la creazione di applicazioni modulari e componibili su Kubernetes, ha annunciato il rilascio di Entando versione 7.0.

La nuova versione – ha sottolineato la società di software open source – include importanti aggiornamenti che consentono di concentrarsi su sicurezza, affidabilità e distribuzione semplificata di applicazioni componibili.

La versione 7 fornisce anche un nuovo meccanismo di provisioning che offre all’editor low-code di Entando un rapido accesso a un hub centralizzato di moduli applicativi pro-code riutilizzabili in un ambiente cloud native.

Il paradigma del Composable Business consente alle aziende di adattarsi rapidamente ai cambiamenti e alle opportunità del mercato consentendo una rapida ricomposizione di servizi e prodotti.

Le applicazioni componibili permettono all’infrastruttura la flessibilità necessaria per supportare i rapidi cambiamenti di business con costi inferiori e rischi notevolmente ridotti.

L’Application composition migliora ulteriormente l’adozione da parte dell’IT di DevOps, cloud ibrido e Kubernetes.

Entando cita Gartner, Top Strategic Technology Trends per il 2021, secondo cui: “Entro il 2023, le organizzazioni che avranno adottato un approccio componibile supereranno la concorrenza dell’80% nella velocità di implementazione di nuove funzionalità“.

Entando

Entando è fortemente concentrata sullo sviluppo di questa metodologia da quando è stata inserita nella Gartner Cool Vendors nel Web Computing 2015 e sta supportando un ampio numero di clienti aziendali e del settore pubblico e partner di integrazione di soluzioni, che stanno modernizzando le applicazioni sul cloud.

Questo approccio consente alle applicazioni di essere progettate come un insieme di moduli pro-code costruiti e mantenuti in modo indipendente, riutilizzabili, assemblati all’interno di uno strumento low-code.

Il metodo accelera lo sviluppo delle applicazioni, riduce i costi di runtime e semplifica la sicurezza e la manutenzione, consentendo alle aziende di essere più resilienti ai cambiamenti aziendali in ambienti cloud nativi pubblici, privati o ibridi.

Entando 7 offre inoltre vantaggi a clienti e partner che implementano più applicazioni componibili, consentendo il riutilizzo del codice, la standardizzazione, la creazione di template pro-code e la capacità di gestire la governance nell’hub fornendo un rapido valore aziendale.

Il nuovo Hub Entando fornisce un repository per i moduli dell’applicazione. I moduli possono essere singoli componenti dell’applicazione, insiemi di Packaged Business Capabilities(PBC) o soluzioni complete o modelli di soluzioni.

L’Hub fornisce una semplice interfaccia, o marketplace, per conservare i moduli e renderli disponibili tra più team di sviluppo e applicazioni.

L’Hub funziona con Git, consentendo ai team di sviluppo di lavorare come fanno attualmente, ma aggiungendo un’interfaccia web per semplificare l’interazione tra i creatori di moduli pro-code e i compositori che assemblano le applicazioni dall’hub.

Inoltre, l’Hub offre ai gestori dei moduli la possibilità di rafforzare la governance IT. Ed è disponibile per sviluppatori, aziende e fornitori di soluzioni come SaaS o per l’installazione privata on premise nel cloud.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php