L’operazione Dell-Sonicwall è un win win per il trade

I partner del fornitore di sicurezza si trovano per le mani un potenziale di crescita. Ma anche Dell. Ce lo spiega Cristiano Cafferata.

Quando è stata annunciata l'acquisizione di Sonicwall da parte di Dell (in fase di perfezionamento), Michael Dell ha mandato una mail a tutti rivenditori Sonicwall del mondo per dargli il benvenuto a bordo.

Basta questo per comprendere il vero valore dell'operazione.
Un'operazione win-win, in cui possono vincere tutti.

Dell, perché si porta in casa un serbatoio di tecnologie di sicurezza che gli consente di fare un ulteriore gradino verso il mondo presidiato da Ibm e Hp.

Sonicwall, ossia la business unit security in pectore della casa texana, perché vede ampliarsi di colpo il proprio scenario di azione.
E i partner della società, di conseguenza, altrettanto.

Per il responsabile italiano della società, Cristiano Cafferata, i partner Sonicwall hanno un forte potenziale di crescita, perchè Dell, da sola, non ha la forza per sostenere le implementazioni di sicurezza che scaturiranno.
Ha bisogno di mani.
Sonicwall in Italia offre quelle dei 150 rivenditori caldi, attivi quotidianamente, che salgono a 500 se si considerano tutti quelli che nell'anno hanno almeno piazzato un ordine.
E i lead fioccano: in una settimana, ci rivela Cafferata, da quando l'acquisizione è stata annunciata ne sono già nati alcuni, spontaneamente.

Nei prossimi mesi si avranno le conferme ufficiali riguardo la composizione societaria.
La logica impone che Sonicwall mantenga il marchio e che diventi, appunto, la business unit sicurezza di Dell.
L'acquisizione ha preso corpo dopo un'attenta valutazione di quanto la società americana faceva sul mercato security: spesso si ritrovava a rivendere le soluzioni Sonicwall.

Da partner a proprietaria, quindi, con un beneficio reciproco, sia a livello economico, sia di immagine. E per sviluppare un mercato che Cafferata raffigura con potenziale di crescita a tre zeri.
Serviranno investimenti a supporto, ma le rispettive supply chain sono rodate e quella di Dell, ormai è noto, è un caso di eccellenza.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here