L’Indiana vince le primarie dei datacenter

Come il dipartimento It dello Stato americano ha dimezzato consumi energetici e costi di gestione.

L’Indiana Office of Technology (Iot), dipartimento che gestisce l’infrastruttura tecnologica per gli uffici del Governatore e per le agenzie territoriali dello Stato americano, e che impartisce direttive It all’intera struttura governativa, a causa di una crescita annuale dei dati del 30% si è trovato ad affrontare problematiche di gestione dell’infrastruttura It.

Spinto dalle richieste governative di una maggiore efficienza operativa, lo Iot intendeva avviare un processo di consolidamento su una più potente piattaforma enterprise multilivello, scalabile per rispondere con successo alla crescita dei dati ma anche capace di migliorare la produttività dello staff It.

Per farlo ha scelto un sistema Emc Symmetrix Vmax con Fast Vp per le caratteristiche di scalabilità, per la capacità di rispondere alle necessità di un ambiente It in crescita e per il suo supporto di applicazioni mission-critical come database Oracle, e-mail Microsoft Exchange e database Microsoft Sql Server, oltre ad applicazioni in-house sviluppate con MySql e PostgreSql.

Lo Stato ha anche implementato un secondo Vmax per il disaster recovery presso un secondo datacenter, localizzato nel sud dell’Indiana.

Inoltre, utilizza per la business continuity soluzioni di replica di Emc, come Srdf, TimeFinder, RecoverPoint, HomeBase e Replication Manager.

L’Enterprise Architect and Manager - Storage Services dello Iot, Jim Rose,
rivela di aver consolidato quattro sistemi su un unico Symmetrix Vmax, aumentando del 30% la capacità totale a nostra disposizione, riducendo parallelamente della metà il numero di dischi.
Usare meno dischi gli ha permesso di ridurre oltre il 50% le necessità di alimentazione e condizionamento, e allo stesso modo i costi relativi.

Dopo l’implementazione le performance registrate dall’infrastruttura di datacenter destinata allo storage sono incrementate del 27%.

Consolidando le proprie attività su un unico sistema Vmax, lo Stato dell’Indiana è stato in grado di aumentare la capacità a sua disposizione del 30%, riducendo della metà la footprint complessiva del sistema e riducendo le necessità di alimentazione e condizionamento di più del 50%.

Lo Stato ha anche ridotto il numero di admistrator necessari per la gestione quotidiana dello storage, dandogli modo di dedicarsi a progetti maggiormente strategici.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here