Liberty Alliance dà l’identità ai Web service

Il gruppo di lavoro ha rilasciato le specifiche Id-Wsf 2.0, un framework per il deployment di servizi Web identity-based.

Liberty Alliance, il gruppo di lavoro avviato da Sun e ora comprendente oltre 150 realtà (tra cui Intel, Ibm, Ca e Hp) ha rilasciato la prima versione ufficiale delle specifiche Id-Wsf (Web service framework) 2.0 , ovvero la seconda generazione del framework per il deployment di Web service identity-based.


Caratteristica principale di questa nuova release è il supporto di Saml (Secure assertion markup language) 2.0, lo standard Oasis basato su Xml che definisce le regole per la comunicazione sicura tra differenti sistemi.


Nello specifico, Id-Wsl 2.0 descrive le modalità con cui le trasmissioni Saml 2.0 sono utilizzabili per comunicare informazioni di identità negli scambi tra Web service, fornendo un livello standard di identity management sul quale possono essere costruiti i servizi di autenticazione.


A questa nuova release delle specifiche Id-Wsf ne seguiranno altre due, che rafforzeranno ulteriormente le caratteristiche di identity management del framework. Le specifiche finali, che faranno tesoro dei tre step successivi, dovrebbero essere pronte entro la fine dell'anno.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here